Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 27 Maggio 2015

Dopo esser tornato a mani vuote da Cannes con il suo "Youth - La giovinezza", Paolo Sorrentino ha annunciato il suo imminente ritiro dal mondo del cinema. Forse, però, stava solamente scherzando...

Paolo Sorrentino

Che burlone Paolo Sorrentino, che evidentemente si diverte a far spaventare i suoi fan, ormai sempre più diffusi in tutto il mondo dopo il successo di La grande bellezza (Oscar come Miglior Film Straniero) e l'accoglienza positiva a Youth – La giovinezza, dove dirige un cast internazionale formato, tra gli altri, da Michael Caine, Harvey Keitel, Jane Fonda e Rachel Weisz. Ospite in un programma radiofonico della Rai, il cineasta ha infatti dichiarato di volersi ritirare tra non molto. “Ho intenzione di fare altri quattro film, poi dopo toglierò il disturbo. Ce li ho in testa tutti e quattro: l'ultimo mi è venuto in mente pochi giorni fa, prima ne avevo in mente solo tre”. Quattro film, a ritmo regolare di una pellicola ogni 2 anni, significa dunque 8 anni. Ovviamente, la news ha fatto tremare diversi cinefili, mentre i detrattori del regista hanno iniziato a far scoppiare i coriandoli. 

Bene, ora calmate i vostri nervi, giacché Sorrentino sembrerebbe proprio averci ripensato. “Lo dicevo più sul faceto che sul serio. Sono cose scherzose, dette tra amici, in radio. Sul mio futuro non saprei davvero cosa dire” - ha rivelato oggi per smentire la sua precedente dichiarazione. Dunque, punto di domanda assoluto sui piani del cineasta, che prima del ritiro potrebbe girare 4, così come 40 film, a dipendenza di ciò che porterà il tempo. Che Sorrentino abbia dunque sparato la frase ad effetto solamente per l'amarezza di esser tornato da Cannes a mani vuote? Di certo, ha poco di che preoccuparsi, dato che ha già pronto un nuovo progetto internazionale, la serie tv The Young Pope, storia di un insolito Papa che avrà il volto del divo hollywoodiano Jude Law, accompagnato per l'occasione dal nostro Silvio Orlando.

[Leggi anche: Jude Law protagonista di "The Young Pope" di Paolo Sorrentino]

E mentre il regista napoletano prepara la sua avventura televisiva, Youth – La giovinezza inizia invece la propria campagna promozionale per la stagione dei premi americani. Per l'occasione, la pellicola avrà il sostegno della Fox Searchlight, già responsabile di titoli come Birdman di Alejandro González Iñárritu e 12 anni schiavo di Steve McQueen. Con tutta probabilità, la major proverà a spingere Michael Caine come Miglior Attore, ma il film rimane decisamente aperto anche a tutte le altre categorie. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box