Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 19 Febbraio 2016

Un portavoce della società di scommesse Ladbrokes ha rivelato all'Independent che secondo le loro spie nei dintorni del sottobosco hollywoodiano, il prossimo Bond sarebbe niente di meno che Tom Hardy

Tom Hardy

Ancora discussioni sul mondo di Bond, e in particolare su Daniel Craig e il suo possibile sostituto nei panni del mitico agente britannico. Negli ultimi giorni, infatti, l'attore ha confermato che farà parte della mini-serie targata BBC Purity, adattamento di un romanzo di Jonathan Franzen pubblicato lo scorso settembre. Per alcuni media, questa sarebbe la prova che ormai Craig sia fuori da Bond, e a scattare, chiaramente, è il toto-successore.

Un portavoce della società di scommesse Ladbrokes ha rivelato all'Independent che secondo le loro spie nei dintorni del sottobosco hollywoodiano, il prossimo Bond sarebbe niente di meno che Tom Hardy, decisamente uno degli interpreti più lanciati del momento, complice due successi dell'ultima stagione come Mad Max: Fury Road di George Miller e Revenant – Redivivo di Alejandro Gonzalez  Iñárritu, pellicola con la quale, tra l'altro, ha anche ricevuto anche una candidatura agli Oscar come Miglior Attore Non Protagonista.

L'Independent ha provato immediatamente a saperne di più, apprendendo, però, che in verità la dipartita di Craig non è ancora assolutamente ufficiale: il fatto che partecipi a una serie, infatti, non implica necessariamente che non possa poi tornare nei panni di 007. Insomma, a quanto pare, siamo nuovamente punto e a capo.

[Leggi anche: Recensione di Spectre - 007 | Il Bond di Daniel Craig non si smentisce]

Tra gli altri papabili per il ruolo, ricordiamo il Damian Lewis di Homeland: Caccia alla spia e Wolf Hall (di più: la Sony gli avrebbe già addirittura fatto capire di essere la prima scelta una volta che Craig avrà mollato la presa); Idris Elba (un Bond nero? Sarebbe anche ora!) e il meno conosciuto James Norton. Chi la spunterà fuori? Per ora, mistero assoluto. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box