Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 16 Maggio 2015

Presente al Festival di Cannes per presentare il suo nuovo film, "Irrational Man", Woody Allen ha intrattenuto i giornalisti parlando della propria carriera e della serie tv che si appresta a girare per Amazon

Woody Allen a Cannes

Festival di Cannes 2015: Accoglienza generalmente positiva alla proiezione fuori concorso di Irrational Man, nuova pellicola di Woody Allen, che vede un Joaquin Phoenix professore universitario in crisi esistenziale innamorarsi di una sua studentessa che ha il volto di Emma Stone (e d'altronde, chi è che non cadrebbe ai piedi della bella e talentuosa attrice?). 

Presente in conferenza stampa, il cineasta non ha perso l'occasione per intrattenere i giornalisti col suo solito fare logorroico. Tra gli argomenti più bollenti, ovviamente, troviamo la serie tv che si appresta a girare per Amazon Studios: “È stato un errore catastrofico accettare. Sto cercando di fare del mio meglio, ci sto lottando moltissimo a casa. Ma non avrei mai dovuto entrarci. Credevo che sarebbe stato facile. Fai un film, ed è una cosa bella lunga. Ma sei ore e mezza! È molto, molto difficile. Spero solo di non deludere Amazon. Ma non sono bravo, non guardo nessuna di quelle serie tv, quindi non so cosa sto facendo – mi sto agitando! Sarà un imbarazzo cosmico”. 

E il cinema? A distanza di decenni e decenni dal suo debutto, che cosa rappresenta il cinema per Woody Allen? “Mi distraggo. Fare film è una meravigliosa distrazione. Non penso alla mia morte, al decadimento del mio corpo, al fatto che in un futuro molto distante sarò vecchio”. L'autore ha però rivelato la sua usanza di non riguardarle, queste sue “distrazioni”: “Quando faccio un film, una volta che lo faccio uscire non lo riguardo più. Perché se lo riguardi, puoi sempre vedere cos'hai fatto di sbagliato, come potresti migliorare e quanto sia terribile così com'è". 

[Leggi anche: Kristen Stewart, Jesse Eisenberg e Bruce Willis nel prossimo film di Woody Allen]

Tra le pellicole in concorso quest'anno, ricordiamoci la presenza di Carol, pellicola di Todd Haynes con Cate Blanchett protagonista. Con Blue Jasmine di Allen, l'attrice vinse l'Oscar nel 2004. “Non l'ho più vista e non c'ho più parlato da allora – spiega il regista – È tutto molto professionale. Tu arrivi e giri il tuo film. L'ultimo giorno tutti hanno le lacrime agli occhi, ma poi finisci e vai avanti con la tua vita”. 

Irrational Man uscirà nelle sale statunitensi il 17 luglio. Per l'Italia, molto probabilmente, dovremmo invece aspettare fino all'autunno. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box