Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 11 Luglio 2015

Dopo il successo di "Whiplash", il regista Damien Chazelle richiama J.K. Simmons per il suo prossimo film, "La La Land", scintillante musical vecchia scuola. Con l'attore, anche Ryan Gosling ed Emma Stone

J.K. Simmons

Squadra che vince non si cambia: così, dopo il successo di Whiplash (pioggia di recensioni positive dalla critica internazionale e ben tre Oscar), il regista Damien Chazelle richiama in scuderia J.K. Simmons, il brutalissimo direttore d'orchestra del suo precedente film, che per il ruolo vinse praticamente tutti i premi del mondo. L'attore ha appena firmato per far parte di La La Land, opera terza di Chazelle, che per l'occasione ha deciso di tuffarsi nei territori del musical più retrò e vecchia scuola.

Assieme a Simmons, due interpreti d'eccezione come Emma Stone e Ryan Gosling, nuovamente coppia da grande schermo dopo Crazy, Stupid, Love e Gangster Squad. Al divo di Drive andrà il ruolo di un pianista jazz che finirà per innamorarsi della Stone, qui in versione aspirante attrice. Ma più il successo aumenta, e più i due avranno difficoltà a tenere salda la loro relazione: ce la faranno a rimanere insieme in una scintillante Los Angeles che vibra di musica ed euforia? Lo scopriremo l'anno prossimo, quando la pellicola uscirà il 15 luglio. 

Confermate anche le presenze di Jessica Rothe (50 anni in rosa, The Last Keepers – Le ultime streghe), Sonoya Mizuno (a breve nelle nostre sale con Ex Machina, dove veste i panni di Kyoko) e Callie Hernandez (la Jessie della serie tv tratta da Dal tramonto all'alba), le quali interpreteranno le compagne di stanza della Stone. A Simmons andrà invece il ruolo non specificato di “Boss”: che possa essere parecchio aggressivo come in Whiplash?

Impeccabile la squadra tecnica radunata da Chazelle. Direttore della fotografia sarà Linus Sandgren, già precedentemente al lavoro con David O. Russell (American Hustle) e Gus Van Sant (Promised Land); in cabina di montaggio avremo il Tom Cross di Two Lovers e I padroni della notte, che vinse l'Oscar proprio grazie alla precedente escursione con Chazelle; e a curare le scenografie sarà invece David Wasco, la cui carriera urla pellicole cult come Pulp Fiction di Quentin Tarantino e I Tenenbaum di Wes Anderson.

[Leggi anche: Miles Teller: “Whiplash? Mi sono ispirato a Toro Scatenato”]

Insomma, hype assoluto per La La Land. La speranza è che possa eguagliare la potenza e le evocazioni di Whiplash; ma d'altronde, con un cast e una crew così, sarà veramente difficile fallire!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box