Ritratto di Rita Andreetti
Autore Rita Andreetti :: 7 Settembre 2015

“Seek McCartney” la produzione franco-cinese che racconta di una storia d’amore gay, ha superato il processo di censura e conquisterà le sale della Cina entro la fine di quest’anno

Conquista il visto di censura e approda nelle sale cinesi quest’anno il primo film che racconta di una storia d’amore tra due uomini; si tratta di Seek McCartney, una co-produzione franco-cinese diretta da Wang Chao, i cui protagonisti sono Han Geng e Jeremie Elkaim.

L’arrivo di Seek McCartney nelle sale è il risultato di una lunga battaglia della comunità LGBT in Cina. L’omosessualità ha infatti una storia molto recente di liberalizzazione, dal momento che fino al 2001 era ufficialmente inscritta nella lista delle malattie mentali. È solo dal 2010 che la Cina dell'industria cinematografica ufficialmente rimuove i contenuti gay dalla lista dei divieti pornografici e volgari, ma è del tutto recente la messa in pratica di questa liberalizzazione.

All’inizio di quest’anno infatti, The Dead End diretto da Cao Baoping (Einstein and Einstein), dopo una turbolenta relazione con la censura cinese, era giunto ad offrire un appassionato bacio tra uomini (più una serie di efferatezze e violenze che hanno messo a dura prova l’ottenimento del visto): in realtà, malgrado un avvio tentennante e l’impossibilità di esser proiettato al Festival di Roma, il film ha avuto fortuna allo Shanghai International Film Festival.

Ma tornando a Seek McCartney, Wang Chao si è espresso con entusiasmo sui social, dichiarando che “Questo è un piccolo passo per il cinema, ma un grande passo per i membri dell’industria cinematografica.”

Tuttavia c’è una parte di questa industria che si è invece dimostrata più cauta. Fan Popo, attivista del movimento e filmmaker, ha avuto un’esperienza opposta quando il suo documentario breve Mama Rainbow, caricato sui social cinesi recentemente, è stato cancellato e ogni successivo tentativo di upload interdetto. Tutto ciò dopo aver ottenuto 100.000 visite prima di essere oscurato. Mama Rainbow è un collage di testimonianze di madri e di figli omosessuali a confronto, con un accento sul percorso formativo e di accettazione in una società difficile come la Cina. Secondo il suo punto di vista, il permesso concesso a Seek McCartney non è segno di un allentamento della tensione: “Il fatto che questo film venga distribuito nei teatri non significa che i film a tematica gay in futuro verranno distribuiti in Cina. Il sistema di valutazione dei film in Cina è ancora molto instabile, poiché le regole sono davvero oscure. Dipende tutto esageratamente dai capricci del censore.”

[Ti può interessare: Momento storico per la tv indiana a il mondo gay, lesbo e bisex]

Chiaramente questo non significa che il genere LGBT non sia visionabile in Cina; fortunatamente per questo, c’è un proficuo mercato pirata dove tutto arriva e viene distribuito. Semplicemente, questi film, non hanno facile accesso alle sale. Insomma, I Segreti di Brokeback Mountain, in DVD copiato e fotocopiato, non sono mai stati così tanto segreti.

Mama Raibow di Fan Popo

Categorie generali: 

Facebook Comments Box