Ritratto di Claudio Mundo
Autore Claudio Mundo :: 17 Aprile 2015

The Frontières International Co-Production Market, mercato internazionale di co-produttori, non si occupa solo di networking ma lavora alla ricerca delle nuove possibilità di marketing digitale per la produzione di film di genere.

Lindsay Peters, direttrice del Frontières International Co-Production Market

The Frontières International Co-Production Market è un mercato internazionale di co-produttori, primo e unico mercato che connette Europa e Nord America avendo un focus specifico sui film di genere. Recentemente Frontières, in fase di continua ebollizione, sta concentrandosi sulle nuove possibilità disponibili per la produzione di film di genere e non soltanto sulle occasioni di networking per ogni singolo produttore. In particolare, uno dei temi centrali riguarda lo sviluppo delle strategie da adottare per ottenere il massimo dai nuovi modelli di distribuzione e marketing delle pellicole, in un’era in cui è sempre più prorompente l’uso del mezzo digitale. L’argomento è stato sollevato in modo precipuo dal panel The Transmedia & Genre Narratives, presentato dalla Canada – Wallonia Digital Media Incentive for Multiplatform Projects e introdotto dall’amministratore delegato di Cineuropa Domenico La Porta.

I progetti in ballo riguardano, in particolare, la possibilità di fare innovazione di marketing tramite applicazioni per smartphone, anche con la scansione di QR code sui poster dei film. L’idea di base tende alla creazione di un contenitore virtuale con giochi, sconti, scene dei film che invoglino il consumatore ad andare sempre più spesso al cinema attraverso la creazione di comunità virtuali di cinefili. Il progetto ha come obiettivo finale quello di far avvicinare consumatori, commercianti e distributori e farli lavorare insieme. La convinzione è che la visibilità su Internet e le possibilità di comunicazione che questo strumento consente sono cruciali per la produzione di film ed è quindi necessario continuare a esplorare nuovi strumenti digitali da impiegare al servizio dell’industria del cinema. “Esistono architetti trans-media in grado di aiutare i produttori a definire strategia rispondendo alle specifiche necessità”, ha dichiarato Laporta.

[Leggi anche: Rivoluzione digitale all'Internet Festival 2014]

Direttrice del mercato e dell'industria di Frontières International Co-Production Market è Lindsay Peters. L’edizione 2015 di Bruxelles di Frontières ha replicato i successi di quella dello scorso anno, che ha riscontrato un continuo aumento di presenze e accrediti di agenti di vendita e istituzioni, che si rivelano sempre più vicini ai film di genere rispetto al passato.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box