Ritratto di Luca Carbonaro
Autore Luca Carbonaro :: 17 Novembre 2016

In data odierna è emerso un interessante rumor secondo cui il celebre regista Wong Kar-wai sarebbe stato scelto per dirigere una pellicola drammatica basata sulla famiglia Gucci. Ecco tutti i dettagli

Wong Kar-wai

Stando a quanto riportato da Hollywood Reporter, in data odierna, il celebre regista Wong Kar-wai sarebbe la prima scelta per dirigere l'attesa pellicola sulla famiglia Gucci, in lavorazione da anni. Inizialmene si pensava che il progetto dovesse essere diretto da Ridley Scott, e che nel cast ci dovessero essere Leonardo DiCaprio ed Angelina Jolie, nei ruoli dei protagonisti, ma il tutto non è mai stato realizzato.

Secondo il rumor odierno, invece, la nota attrice australiana Margot Robbie potrebbe essere coinvolta nella pellicola. La trama ruota attorno all'uccisione di Maurizio Gucci, nipote dello storico fondatore Guccio Gucci, accaduta il 27 marzo del 1995 a Milano. L'attrice dovrebbe interpretare, dunque, Patrizia Reggiani, responsabile dell'uccisione del suo ex-marito, e che ha poi dovuto scontare la pena in prigione.

Il regista è solito prendersi periodi di riposo tra una pellicola e l'altra, ed infatti sono passati circa tre anni dall'uscita del suo ultimo film, The Grandmaster, che debuttò al box-office con recensioni positive e si portò a casa due nomination agli Oscar. Wong Kar-wai ha sempre operato con un basso profilo e, per il momento, sappiamo soltanto che si sta occupando di co-produrre e co-dirigere una serie drammatica, in Cina. Al timone del progetto, invece, dovrebbe esserci la Annapurna Pictures, il più grosso studio indie di Hollywood.

La sceneggiatura dovrebbe essere a cura di Andrea Berloff e Charles Randolph ma, per il momento, non vi sono conferme ufficiali in merito. Il progetto è ancora in fase di stallo ma entra a far parte di uno slot molto ricco della Compagnia, la quale sta lavorando per la produzione di un dramma a cura di Kathryn Bigelow, ed un adattamento cinematografico di A Christmas Carol

Categorie generali: 

Facebook Comments Box