Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 16 Aprile 2014

Arriva nelle sale il 30 Aprile Il mondo fino in fondo, diretto da Alessandro Lunardelli e interpretato da Filippo Scicchitano e Luca Marinelli. Distribuito da Microcinema, la pellicola racconterà la storia di due fratelli opposti

Filippo Scicchitano in una scena di Il mondo fino in fondo

Dopo il passaggio, fuori concorso, al Festival di Roma 2013, il 30 aprile arriva nelle sale Il mondo fino in fondo, distribuito da Microcinema. La pellicola di Alessandro Lunardelli, che vanta location variegate come Barcellona, la Patagonia e il Cile, passando per Torino e Roma, è una commedia agrodolce sui rapporti familiari, i primi abbaglianti amori, i risvegli politici e le prese di coscienza. 

La storia narra infatti di due fratelli diametralmente opposti tra loro (Davide è un adolescente gay tormentato, Loris un trentenne calciofilo), che abitano in una città provinciale e lavorano per l’azienda del padre. Quando si recano in Spagna per seguire una partita, Davide s’innamora di un ambientalista cileno e lo segue nel suo paese, trovandosi di fronte a un universo controverso e affascinante.

Per essere un’opera prima, quella di Lunardelli vanta un cast da leccarsi i baffi: c’è Luca Marinelli, versatile interprete lanciato dal bellissimo La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo, e passato poi nell’obiettivo di Paolo Virzì con il romantico Tutti i santi giorni e in quello di Paolo Sorrentino nell’appena oscarizzato La grande bellezza; ad affiancarlo Filippo Scicchitano nuovamente in panni omosex (dopo il recente Allacciate le cinture di Ferzan Özpetek), giovanissima promessa del panorama attoriale italiano e che finora non ha sbagliato un colpo (da Scialla! a Bianca come il latte, rossa come il sangue); completano la lussuosa parterre Barbora Bobulova (Cuore sacro), Camilla Filippi (La meglio gioventù) e nientepopodimeno che il cileno Alfredo Castro, volto feticcio di Pablo Larraín (Tony Manero, No – I giorni dell’arcobaleno).

Categorie generali: 

Facebook Comments Box