Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 5 Febbraio 2016

Tra le pellicole che all'ultimo Festival di Sundance hanno suscitato più hype, figura sicuramente "Miles Ahead", biopic sul leggendario musicista Miles Davis diretto e interpretato da Don Cheadle. Qui il suo primo trailer

Miles Ahead

Tra le pellicole che all'ultimo Festival di Sundance hanno suscitato più hype, figura sicuramente Miles Ahead, biopic sul leggendario musicista Miles Davis, icona del jazz e giustamente considerato uno degli artisti più importanti e influenti del XX° secolo. A dirigere l'operazione, il rinomato attore Don Cheadle (House of Lies, Hotel Rwanda, Crash: Contatto fisico), qui al suo debutto registico. È lui stesso a vestire i panni del protagonista, affiancato per l'occasione da un ricco cast che comprende Ewan McGregor, Keith Stanfield, Michael Stuhlbarg e Emayatzy Corinealdi.

Positiva la reazione della critica americana. Per indieWIRE, trattasi di un film “eccentrico, imprevedibile e costantemente intrigante”, mentre  per Screen International, l'autore “ha compiuto un coraggioso tentativo di strutturare la pellicola come fosse la partitura visiva del jazz”. Ma d'altronde, un biopic su un personaggio così importante non poteva certamente passare inosservato, e siamo felici di leggere che Cheadle abbia presumibilmente optato per un approccio diverso dal solito.

Una scelta, questa, sottolineata anche dal direttore della fotografia Roberto Schaefer: “Abbiamo deciso di girare un periodo, quello dagli anni '50 ai '60, in super16. Il formato primario era in Alexa Arri, circa due terzi del film sono stati girati così, mentre un terzo è in super16. Credo di avere un Arriflex 416s. Poi, c'è una scena ripresa di notte e un inseguimento in macchina che sono state riprese con Canon C500. Il concept del film è che non doveva sembrare un biopic, ma tipo un sogno agitato di Miles Davis”

[Leggi anche: Oprah Winfrey, Eddie Murphy e Kate Hudson nel biopic su Richard Pryor]

Miles Ahead arriverà nelle sale statunitensi il 1° aprile, distribuito da Sony Pictures Classic. Per il momento, invece, ancora nessuna news su un'eventuale uscita italiana. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box