Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 18 Settembre 2015

Hype a mille per "Steve Jobs" di Danny Boyle, in cui Michael Fassbender veste i panni del mitico fondatore della Apple. Ecco il nuovo trailer italiano, che ci mostra il personaggio nelle sue molteplici sfaccettature

Steve Jobs

“E se il computer fosse un bellissimo oggetto, qualcosa che hai voglia di guardare e di avere in casa? E se invece di essere solo nelle mani giuste, fosse alla portata di tutti?” - si chiede Michael Fassbender nel nuovo trailer italiano di Steve Jobs, dove interpreta il genio informatico che ha contribuito a portarci i vari iMac, iPhone, iPod e tutti gli altri oggetti tecnologici che iniziano per i. 

Ed eccolo lì, uomo intelligentissimo ma anche caratterialmente difficile, alle prese con un'azienda traballante e una figlia che non vuole accettare, mentre il formato del quadro cambia in continuazione, dal 16mm al 35 fino ad arrivare al digitale: una maniera per scandire il tempo che passa ovviamente, ma anche per sottolineare la complessità di un personaggio simile, il suo essere frammentato verso mille spicchi, ricostruiti per l'occasione dallo sceneggiatore Aaron Sorkin, già precedentemente alle prese con un altro genio tormentato, il Mark Zuckerberg di The Social Network.

Cresce decisamente l'hype per la nuova pellicola di Danny Boyle, già presentata al Festival di Telluride dove è stata accolta fra scroscianti applausi, ricevendo le lodi di importanti pubblicazioni internazionali come Variety, Hollywood Reporter, indieWIRE, The Playlist e Time Out New York, tutte concordi sul fatto che Boyle e Sorkin abbiano fatto un ottimo lavoro. Occhio di riguardo anche a Michael Fassbender, a quanto pare qui al meglio della sua bravura.

[Leggi anche: Oscar 2016: Ecco i film da non perdere e i titoli più gettonati]

Steve Jobs sarà poi presentato al New York Film Festival in ottobre, prima di arrivare nelle sale italiane il 21 gennaio. Nel cast, oltre al protagonista, troviamo anche Kate Winslet, Seth Rogen e Jeff Daniels. Insomma, dopo la parziale delusione di In Trance, sembrerebbe proprio che Boyle sia tornato più in forma che mai: noi incrociamo le dita e attendiamo trepidanti e pure con un pelo di tachicardia emotiva. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box