Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 11 Ottobre 2015

Un mercato, quello delle fotocamere, che si è fatto sempre più ampio e articolato. Come si fa la scelta giusta? Capendo prima di tutto le nostre esigenze.

Sony Alpha 7K

Mai come nel XXI secolo l'immagine è stata così centrale. Siamo circondati, avvinghiati, sopraffatti da immagini e, che lo vogliamo o no, siamo talmente inglobati in questo nuovo emblematico modo di pensare la nostra vita che, prima o poi, il desiderio di produrre immagini tutte nostre diventa quasi fisiologico. Questo breve articolo vuole essere un piccolo vademecum per quanti si accostano alla produzione fotografica da semplice appassionato e voglia capirci qualcosa di più in un mercato che si fa sempre più ampio, denso, articolato.

Non sciorineremo tutte le nozioni fotografiche necessarie a farvi diventare il prossimo Sabatião Salgado; ci limiteremo a sezionare le fotocamere in tre grosse aree: le compatte, le reflex, e le mirrorless. A voi la scelta.

LE COMPATTE: sono le più comode da portare e le più facili da utilizzare. Di prezzo più basso vi saranno di sostegno per allenare il vostro occhio a comporre inquadrature e vi faranno capire le problematiche che potrete incontrare sul vostro cammino il giorno che deciderete di passare a modelli superiori. Ottime per le foto ricordo o di documentazione, non sono il massimo per chi abbia velleità artistiche o voglia di crescere a livello tecnico.

LE REFLEX: Caratterizzate da una grossa affidabilità del mirino hanno ottiche intercambiabili e se ne trovano per tutte le esigenze e tutte le tasche. I modelli “top” possono arrivare a costare anche diverse migliaia di euro ma la qualità senza dubbio la migliore sul mercato. Messa a fuoco automatica rapidissima e massima flessibilità in post produzione: se avete intenzioni serie questo è il tipo di macchina che fa per voi.

[Leggi anche: Riprese cinematografiche di alto livello con la nuova fotocamera Nikon D750]

LE MIRRORLESS: Sistema di scatto innovativo di ultimissima generazione privo di specchio nel sensore (mirror - less). Unisce il design snello di una compatta alla caratteristica portante delle reflex (il cambio ottiche). Arrivano ad ottime qualità di risoluzione ma la strada che percorreranno è ancora tutta da esplorare. Ottima camera per fare esperimenti con obiettivi di altre camere e studiare nuove rese visive di ottima qualità.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box