Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 18 Novembre 2014

Uscirà nel Marzo del 2015 il nuovo modello JVC GY-LS300. La cosa più interessante della sofisticata videocamera è sicuramente la sua capacità di essere adattata a gran parte dei tipi di ottica (Canon, Panasonic, Olympus, etc)

JVC GYLS300

Tra i brand che si sono impegnati maggiormente nel costruire videocamere professionali dal costo più contenuto, c'è sicuramente la JVC. Tra i loro camcorder di maggior successo, troviamo per esempio il modello GY-HMQ10, che promette delle riprese in 4K al “modico” prezzo di 5000 dollari. Ora che il 4K è diventato praticamente la qualità base (e proprio di recente vi abbiamo parlato degli smartphone ormai dotati di questa funzionalità), bisogna spingersi ulteriormente creando qualcosa di ancora più sofisticato e invitante. È il caso del modello JVC GY-LS300, che ha la particolarità di poter adattare praticamente gran parte delle ottiche disponibili sul mercato

Infatti, la videocamera possiede un sensore in Super 35mm, ma configurabile con le tipologie di ottiche più disparate grazie alla baionetta micro quattro terzi. Ciò darebbe al cineasta in erba maggior opzioni e scelte di ripresa, e il tutto in un unico prodotto. La piccola gemma, ovviamente, godrà della risoluzione 4K (50 Mbps, 24p/30p), oltre alla possibilità di catturare due codec (mov e AVCHD) simulataneamente grazie ai suoi slot SDHC/SDXC. La tabella esplicativa delle sue caratteristiche promette grandi cose, seppur ad oggi non abbiamo ancora un video dimostrativo delle effettive capacità del prodotto, in quanto è destinato ad essere immesso sul mercato solamente a partire dal Marzo 2015. Costo del modello? 4.450 dollari, sicuramente abbordabile se confrontato con alcune marche concorrenti.

[Leggi anche: 5 app per girare film con iPhone e smartphone Android]

Intanto, il JVC GY-LS300 sembrerebbe proprio lo strumento più idoneo per quei filmmaker che amano divertirsi usando lenti e formati diversi. La concorrenza è infinita, ma essere riusciti a fare un utensile capace di passare con nonchalance dal 35mm al 16mm è da considerarsi un punto in più. Immaginate cosa potete fare con uno strumento simile, quale varietà di soluzioni vi può offrire. Ovviamente, l'unica prerogativa è avere qualcosa da girare, e quindi ancora una volta vi incoraggiamo a tirare fuori le migliori idee che avete, che le manifestazioni e i festival dove mostrarli non mancano mai. Troppo costoso? In caso, si può sempre tornare all'opzione smartphone!

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box