Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 24 Ottobre 2014

Girato nell'inverno sudafricano per ricreare la gelida Scozia, "I Vichinghi" racconta l'avventura di un gruppo di predoni del Nord che, diretti in Bretagna, fanno naufragio sulle coste scozzesi e dovranno vedersela con terribili mercenari

I Vichinghi

È disponibile in rete, anche in italiano, il trailer di I Vichinghi, che sarà nelle sale cinematografiche dal 27 novembre distribuito da Eagle Pictures. Girato in Sudafrica, la pellicola racconta una battaglia incredibile per la sopravvivenza in mezzo a flutti tempestosi, che vede come protagonisti eroi e crudeli antagonisti dall’anima autentica. Diretto da Claudio Fäh, il film vede protagonisti, oltre a Hopper, Charlie Murphy (Philomena), Ryan Kwanten (True Blood), Anatole Taubman (Quantum of Solace), Ed Skrein (Game Of Thrones), James Norton (Rush) e il frontman della band metal Amon Amarth, Johan Hegg.  

IX secolo d.C.: un gruppo di predoni vichinghi, sotto il comando del giovane leader Asbjörn (Tom Hopper, già visto nella serie piratesca Black Sails, la cui prima stagione è in programmazione da due settimane sul canale satellitare AXN), salpa per la costa della Bretagna per saccheggiare Lindisfarne del suo oro. Una violenta tempesta però manda in pezzi la loro imbarcazione al largo della Scozia e lascia i vichinghi intrappolati nel territorio nemico. L’unica loro possibilità di sopravvivenza è quella di raggiungere la roccaforte vichinga di Danelage. Peccato che il viaggio si tramuti in una corsa contro il tempo, a causa dei più temuti mercenari mandati sulle loro tracce dal re di Scozia.

[Leggi anche: Cina e USA pianificano un fantasy in 3D su Marco Polo]

Ma i Vichinghi non sono certo nati ieri, come si diceva un tempo, e per i mercenari scozzesi la missione si trasformerà in un incubo. La location sudafricana è stata esplorata e sfruttata nel periodo invernale per ricreare il contesto gelido delle pianure e del mare del Nord. Grazie all'intercessione del ministro locale Helen Zille, il regista di L'uomo senza ombra 2 ha potuto girare in un immenso parco nazionale, completamente selvaggio e privo di qualunque segno di civiltà: l'ideale per ambientare una storia che si svolge nell'873 dopo la nascita di Cristo.

Notevoli sono anche gli effetti speciali e visivi, necessari per caratterizzare con note fantasy una storia che si muove tra film storico e action, con battaglie, inseguimenti e leggende nordiche medioevali.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box