Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 17 Giugno 2016

Quali sono gli attori che riconoscereste anche a occhi chiusi? Mojo ha provato a stilare la sua top ten...

Clint Eastwood in Gran Torino

Non importa se con le loro parole condannano a morte qualcuno o se ordinano un etto di prosciutto cotto dal macellaio, ci sono alcune voci che ci risulteranno sempre e comunque riconoscibili. Ci sono infatti attori che oltre ad essere famosissimi per il loro aspetto e per i loro film sono anche riconosciuti  per la loro voce inconfondibile. Un esempio italiano facile facile potrebbe essere quello di Francesco Pannofino, che oltre ad essere un attore è anche uno dei più bravi doppiatori in circolazione, ma la lista è lunga. Però il doppiaggio è una pratica (per alcuni considerata barbara) che spesso ci fa perdere la bellezza delle voci più iconiche del cinema.

A stilare la lista dei dieci attori dalle voci maschili più “iconiche” ci ha pensato Mojo in uno dei suoi spassosi video-essay.

Al decimo posto un attore che sarebbe riconoscibile anche se non avesse la capacità di parola: mister Al Pacino. Come dimenticare il suo discorso nei panni di Tony D’Amato, l’allenatore protagonista di Ogni maledetta domenica di Oliver Stone? In più di un’occasione (Scarface, L’avvocato del diavolo) ci ha dato sicuramente prova delle sue ampie capacità vocali, dimostrando di saper recitare anche gridando ripetutamente.

Per dimostrare che anche la voce di Arnold Schwarzenegger è inconfondibile basta ascoltare la scena di Un poliziotto alle elementari: quando ad un certo punto il suo personaggio perde la pazienza e urla ai bambini di fare silenzio viene fuori tutta la grinta dell’attore simbolo dei film d’azione. Se a questo aggiungiamo un piccolo accento austriaco il gioco è fatto.

L’esempio per eccellenza di gentiluomo britannico? Ovviamente Jeremy Irons, voce anche del cattivissimo Scar nella versione inglese de Il re Leone.

Tra gli attori citati figurano anche Alan Rickman (Die Hard, Alice In Wonderland), Vincent Price (Il corvo, il videoclip di Thriller).

Al numero cinque troviamo una delle più profonde e affascinanti voci di Hollywood, quella di Clint Eastwood, che soprattutto in Gran Torino raggiunge una maturità e una consapevolezza che rapiscono chi ascolta.

[Leggi anche: Recensione di Love and Mercy | Brian Wilson a due voci]

Sicuramente le nostre nonne ed alcune delle nostre mamme riconosceranno la voce del sex symbol degli anni Sessanta, sir Sean Connery che nei panni di James Bond ha più volte spezzato migliaia di cuori.

I primi tre posti della classifica decidiamo di non svelarveli per non rovinarvi la sorpresa, buona visione e soprattutto buon ascolto!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box