Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 10 Giugno 2015

50+1, la sigla per sottolineare un nuovo inizio. Si rinnova il Festival di Pesaro, che si svolgerà dal 20 al 27 giugno sotto la direzione di Pedro Armocida. In programma, tra le altre cose, i migliori esordi italiani degli ultimi cinque anni

Mostra del cinema di Pesaro 2015

Tutto pronto per la 50ª edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, che si svolgerà dal 20 al 27 giugno. La prima per il nuovo direttore artistico Pedro Armocida, accompagnato da una squadra composta da Bruno Torri, Laura Buffoni, Andrea Minuz, Mauro Santini, Boris Sollazzo e Gianmarco Torri. Per questo, l'edizione di quest'anno è stata ribattezzata 50+1, in modo da sottolineare l'euforia di un nuovo inizio che però intende comunque conservare la caratteristica fondamentale del Festival, da sempre votato alla ricerca, scoperta e studio delle ultime tendenze del cinema mondiale. 

Così, i primi ad essere celebrati saranno i cineasti italiani che hanno esordito negli ultimi 5 anni: tra i 20 titoli selezionati, Salvo di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza (premiato alla Semaine de la Critique a Cannes 2013), L'intervallo di Leonardo Di Costanzo, Tir di Alberto Fasulo (Miglior Film al Festival di Roma), Corpo celeste di Alice Rohrwacher, Smetto quando voglio di Sidney Sibilia (12 candidature ai David di Donatello), Scialla! di Francesco Bruni e L'estate di Giacomo di Alessandro Comodin. Insomma, il meglio dei nuovi autori italiani, in una selezione che spazierà dalle commedie commerciali a ibridi più sperimentali. A conclusione della rassegna, un'imperdibile tavola rotonda in cui parteciperanno numerosi esponenti del nostro cinema, pronti a fare il punto della situazione. 

Ovviamente, non mancherà anche una panoramica delle ultime produzioni internazionali con il Concorso Pesaro Nuovo Cinema, che presenterà 7 opere prime o seconde provenienti da altrettante nazioni. A differenza dalle scorse edizioni, però, a decretare il vincitore della competizione sarà una giuria composta da studenti di cinema. E siccome ogni festival dev'essere, necessariamente, anche una festa per tutti gli spettatori della città, ecco le proiezioni all'aperto in piazza; il film d'apertura? Un cult che più cult non si può: Lo squalo di Steven Spielberg, il cui quarantesimo anniversario cade proprio quest'anno. 

[Leggi anche: Edward Norton riceverà l'Excellence Award del Festival di Locarno 2015]

Ancora: retrospettiva sul regista turco Tayfun Pirselimoğlu, sguardi russi al femminile, focus su Pier Paolo Pasolini e tante altre cose. Insomma, i cinefili della zona avranno di che gioire; ecco il programma completo.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box