Ritratto di Deborha Alemanni
Autore Deborha Alemanni :: 7 Giugno 2014

Il film Bella Addormentata di Marco Bellocchio, debutta oltreoceano dal 6 giugno a New York con il titolo Dormant Beauty

La bella addormentata di Marco Bellocchio

Sembra essere un buon periodo per i registi italiani all’estero. 
Dopo Sorrentino trionfatore agli Oscar e Alice Rohrwacher vincitrice del Grand Prix a Cannes,  Marco Bellocchio, con già una fortunata carriera cinquantennale in patria ottiene sempre più visibilità oltreoceano. Dopo una recente retrospettiva delle sue opere, tenutasi dal 16 Aprile al 7 Maggio al MoMa di New York, (Museum of Modern Art), dove sono stati proiettati 18 suoi film restaurati in collaborazione con Luce Cinecittà e la Rai, è sempre nella Grande Mela che debutta la sua Bella Addormentata  (2012), con il titolo Dormant Beauty. La difficile storia di Eluana Englaro e il lungo dibattito sull’eutanasia che fece da contorno sia alla triste vicenda che all’uscita del film sembra che non risparmierà neanche i salotti oltreoceano. La vicenda di Eluana, d’altronde, ricorda dolorosamente quella di Terry Schiavo e della sua lotta pluridecennale per il “diritto di morire”, che coinvolse ai suoi tempi persino il Vaticano.

Il New York Times ricorda il definito “sorprendente” debutto di Bellocchio con I Pugni in Tasca del ‘65 e parla di un regista attento ai pensieri e ai sentimenti, che rispecchia la società e la politica italiana tramite il racconto di episodi portanti della storia del Paese e la capacità di raccontare la lotta tra fede e laicità, e tra autorità e idealismo; si fa anche un breve riferimento ad alcuni difetti strutturali del film, tipici di storie in cui si incrociano molte trame e sotto-trame che tendono a disperdere il racconto in molti dettagli, ma il sentimento generale è di apprezzamento e di ammirazione.

Il film è in programmazione al Lincoln Plaza di Manhattan dal 6 giugno, ed ha già prenotazioni esaurite per tre dei cinque orari in programma, il che fa ben sperare in successive proiezioni anche in altre città statunitensi.

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box