Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 23 Luglio 2014

Tra le mani dell'attore italiano ci sarà il premio Excellence Award Moët & Chandon, che onora una carriera incredibile in Italia e nel resto del mondo. Il Festival di Locarno quest'anno premia anche Juliette Binoche. Giannini è ospite della Titanus

Giancarlo Giannini

L’attore e regista italiano Giancarlo Giannini sarà ospite alla sessantasettesima edizione del Film Festival di Locarno come presenza d’onore alla retrospettiva Titanus; il grande interprete e doppiatore verrà premiato con un Excellence Award Moët & Chandon. La consegna del prestigioso premio avverrà in Piazza Grande la sera di martedì 12 agosto: il giorno dopo, a mezzogiorno, il pubblico e i fan di Giannini potranno assistere a una conversazione con l'attore presso Spazio Cinema (Forum). Lo stesso premio verrà assegnato quest'anno anche all'attrice francese Juliette Binoche.

Dopo il debutto da giovanissimo e i primi lavori con Franco Zeffirelli e in televisione, Giancarlo Giannini fa il suo esordio sul grande schermo nel 1965 con I criminali della metropoli di Gino Mangini. A breve sarà il turno del tanto discusso genere musicale italiano degli anni Sessanta, il musicarello, dove l'attore sfidò i titani di quel genere, Rita Pavone, Gianni Morandi, Mal e persino gente come il pilota di motociclismo Agostini. Eh sì, perché Giannini sapeva anche cantare e ballare, dimostrando una preparazione da palcoscenico completa. Così arrivò Non stuzzicate la zanzara di Lina Wertmüller, proprio a fianco di Rita Pavone: il film segnò l'inizio della collaborazione con la casa di produzione Titanus, che arrivò a un totale di nove film, tra i quali il celebre Pasqualino Settebellezze, per il quale l'attore ottenne una candidatura agli Oscar nel 1977.

Giannini ha lavorato con il meglio del cinema italiano, facendosi dirigere da maestri come Luchino Visconti, Mario Monicelli, Dino Risi e Alberto Lattuada; in Europa e oltreoceano si è tolto le sue soddisfazioni con Rainer Werner Fassbinder e Martin Scorsese, per esempio. Lo si ricorda anche in Hannibal, sequel di Il silenzio degli innocenti, e in Man on fire di Tony Scott.

Fra i vincitori dell’Excellence Award nelle scorse edizioni vi sono Susan Sarandon, John Malkovich, Michel Piccoli, Toni Servillo, Isabelle Huppert, Gael García Bernal e, nel 2013, Sir Christopher Lee e Victoria Abril. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box