Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 19 Maggio 2015

Festival di Cannes 2015: Secondo la stampa francese, dai Cahiers du cinéma a Positif, "Mia Madre" di Nanni Moretti meriterebbe la Palma d'oro. Nel frattempo, la pellicola è già stata venduta in oltre 30 paesi in giro per il mondo

Nanni Moretti

La stampa francese non ha dubbi: tra i film presentati finora al Festival di Cannes 2015, il titolo che più meriterebbe l'ambitissima Palma d'oro è Mia madre di Nanni Moretti. Lo dicono, tra gli altri, i Cahiers du cinéma e Positif, a cui si aggiungono poi le lodi di pubblicazioni internazionali come il Guardian e Sight & Sound: non male, considerando che in Croisette sono già passati autori come Todd Haynes, Gus Van Sant e Matteo Garrone. E doppiamente soddisfacente, se si pensa ai 10 minuti di applausi più standing ovation durante la proiezione ufficiale, con tanto di pubblico commosso. Non sorprende allora sapere che il film di Moretti sia tra le opere più vendute al Marché di quest'anno, essendo stato acquistato da oltre 30 paesi in giro per il mondo, dall'Argentina al Cile, dalla Spagna alla Gran Bretagna, dal Benelux al Giappone, passando per la Scandinavia e l'America Latina. 

Soddisfattissimo Nicola Claudio, presidente di Rai Cinema che coproduce la pellicola assieme a Sacher, Fandango e Le Pacte: “La meravigliosa accoglienza della stampa estera e l’attenzione dei più importanti mercati internazionali confermano la forza straordinaria del film di Moretti, capace di parlare al pubblico di tutto il mondo. Questo positivo dato di vendite segna un risultato importante per tutto il cinema italiano che sta vivendo un momento di successo e visibilità”. 

[Leggi anche: Recensione di Mia madre | Cinema e reale, la corrispondenza mancata]

Che l'hype possa aiutare il film a vincere qualcosa durante la serata di premiazione prevista il 24 maggio? A decidere le sorti della competizione, ormai lo sappiamo, saranno i fratelli Coen, registi che sembrano così lontani dai mood di Moretti. Dubitiamo fortemente si possa parlare di una Palma d'oro, ma secondo Variety la Margherita Buy avrebbe già in tasca il trofeo come Miglior Attrice. Non sarà affatto facile, dato che tra le altre superdonne in concorso, figurano autentici mostri di bravura come Cate Blanchett (Carol), una doppia Isabelle Huppert (Valley of Love e Louder than Bombs), Marion Cotillard (Macbeth) e Shu Qi (The Assassin). Ma alla fine della fiera, con queste 30 distribuzioni internazionali appena siglate, l'impressione è che Mia madre abbia già vinto, con o senza coppe in mano. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box