Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 15 Ottobre 2014

La storia risale al 1997, anno di "Mimic". Il padre di Del Toro fu rapito da dei malviventi messicani, i quali chiesero poi un riscatto di un milione di dollari. A salvare il cineasta dalla disperazione, il magnate di "Titanic" e "Avatar" in persona

Guillermo Del Toro e James Cameron

James Cameron e Guillermo Del Toro non hanno certamente bisogno di presentazioni. Il primo è il cineasta dei record ai botteghini, autore di Titanic e Avatar. Il secondo ha invece in tasca pellicole come Il labirinto del fauno e Pacific Rim, rivelandosi tra i registi messicani più amati e corteggiati da Hollywood. Eppure, pochi forse sanno che i due sono stati protagonisti di una storia vera piena di tensione che non sfigurerebbe come prossima sceneggiatura di Michael Bay o Antoine Fuqua.

Il fattaccio risale al 1997. Del Toro è al lavoro sull'horror fantascientifico Mimic, pellicola per la quale ha praticamente investito tutti i suoi soldi. Proprio in quei giorni, Federico Del Toro, padre del regista, è stato rapito da dei malviventi messicani in Guadalajara, i quali hanno chiesto un riscatto di parecchi dollaroni. Guillermo e i suoi fratelli iniziano a ricevere minacce: se non consegneranno i soldi, il padre potrebbe fare una brutta fine. 1 milione è la cifra richiesta, ma all'epoca il cineasta non aveva certamente ancora raggiunto la fama odierna, e anche mettendo sottosopra la propria casa non poteva assolutamente trovare quel denaro.

Ecco allora l'arrivo dell'eroe James Cameron, amico di vecchia data che Del Toro frequenta dai tempi di Cronos, suo debutto nel lungometraggio datato 1993. Una volta saputo dei guai dell'amico, l'autore di Titanic è andato immediatamente da lui, portandolo nella propria banca per dargli 1 milione di dollari in contanti. Oltre a ciò, Cameron ha anche presentato il compare ad un negoziatore, il quale ha garantito di riuscire a portare a casa il padre rapito. E così fu, dopo 72 giorni di trattative che hanno trascinato un paio di persone agli arresti, seppur gran parte della gang coinvolta nel rapimento non sia mai stata presa.

[Leggi anche: Tutti i dettagli su Avatar 2 di James Cameron]

Ad oggi i due film-maker rimangono grandi amici, continuando a sostenersi e a scambiarsi consigli e pareri sulle proprie pellicole. Eppure, Del Toro è certamente rimasto traumatizzato dall'esperienza, fino a decidere di abbandonare il Messico per trasferirsi in un luogo più sicuro. Infatti, ha dichiarato: “Ho perso una parte di me che non credo riuscirò più a riprendere”. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box