Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 18 Febbraio 2015

Emmanuel Lubezki ha vinto il premio come Miglior Direttore della Fotografia dell'anno da parte dell'American Society of Cinematographers, il quale ha voluto onorare il lavoro che ha svolto in "Birdman" di Alejandro González Iñárritu

Emmanuel Lubezki

Il sindacato dei direttori della fotografia americani ha espresso il proprio giudizio, eleggendo Emmanuel Lubezki come migliore dell'anno per il suo lavoro in Birdman, ultimo film di Alejandro G. Inarritu già in pole position per la Notte degli Oscar prevista il 22 Febbraio. Questo è il quarto trofeo che Lubezki riceve dai propri colleghi, avendolo già precedentemente vinto per Children of Men, The Tree of Life e Gravity. Un record, questo, che lo mette al pari del leggendario Conrad L. Hall, anch'egli premiato 4 volte.

Avvia la prova gratuita su MUBI

“Vorrei condividere questo premio con il cast e tutta la squadra tecnica di Birdman – ha detto Lubezki mentre ritirava il riconoscimento – specialmente con l'operatore alla steadicam Chris Haarhoff, che è stato capace di camminare velocemente all'indietro mentre Michael Keaton lo inseguiva, e credo sia caduto solo una volta; poi, Gregor Tavenner, che ha reso possibile l'impossibile; e il mio amico, Alejandro González Iñárritu, per il suo genio”.

Ricordiamo che Lubezki sta attualmente lavorando sul set della nuova pellicola di Iñárritu, The Revenant, che vede nel cast un duo di talentuosissimi attori come Leonardo DiCaprio e Tom Hardy. In proposito, il direttore della fotografia ha rivelato che sta usando l'ARRI 6K Alexa 65, ovvero uno dei prodotti più sofisticati della casa Alexa, la quale vanta, tra le altre cose, un maggior intervallo dinamico e un sensore CMOS da 65mm. “È fantastico – spiega Lubezki all'Hollywood Reporter – Credo che cambierà le cose”. L'uomo ha poi sottolineato come stiano girando in splendide location, tra montagne e incredibili paesaggi; un fattore, questo, che verrà ulteriormente sottolineato dal lavoro di Lubezki in campo, il quale saprà sicuramente catturare al meglio luci, ombre, colori e mood.

Alcune immagini di prova girate con la ARRI 6K Alexa 65 furono mostrate a Hollywood lo scorso autunno, ricevendo pareri entusiasmanti da parte degli addetti ai lavori. Per Birdman invece, Lubezki utilizzò un modello precedente.

[Leggi anche: L'Alexa 65 entusiasma i direttori della fotografia hollywoodiani]

Ricordiamo che nell'ultimo anno, Lubezki ha lavorato anche in Knight of Cups, nuovo attesissimo film di Terrence Malick appena passato al Festival di Berlino. Prossimamente, sarà invece alle prese con The Devil's Teeth, nuovo lavoro di Paul Atkins, anch'egli un rinomato direttore della fotografia, principalmente attivo in documentari sul mondo animale. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box