Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 6 Settembre 2014

Il regista e attore che non si stanca mai arriva a Venezia pelato e con un tatuaggio di Elizabeth Taylor e Montgomery Clift sulla nuca. Franco, premiato due volte, sta girando "Zeroville", storia ispirata alla Hollywood di inizio anni Settanta

James Franco dirige "Zeroville"

Anche il tappeto rosso del Festival di Venezia e il teatro Sala Grande fanno parte del set del film Zeroville di James Franco, che si presenta in grande stile ai suoi fan e con un look innovativo: testa rasata a zero con un simpatico tatuaggio sula nuca che ritrae i volti di Elizabeth Taylor e Montgomery Clift nel classico Un posto al sole. Il regista è stato anche premiato due volte dal direttore della manifestazione Alberto Barbera, con un premio autentico e uno fasullo!

Franco dice che Zeroville è un piccolo film che sta girando e che probabilmente sarà mostrato a Venezia al Festival dell'anno prossimo. Un impegno dopo l'altro per l'ultimo "mago di Oz", che ha ricevuto il premio Jaeger-LeCoultre Glory to the Filmmaker 2014 e che presenta il suo ultimo sforzo in cabina di regia, The Sound and the Fury, basato sul classico di William Faulkner. Zeroville è invece basato sul romanzo eponimo del 2007 di Steve Erickson che racconta la vita di Ike “Vikar” Jerome, uno studente di 24 anni che arriva ad Hollywood nel 1969 con il sogno di sfondare nel mondo del cinema proprio nel momento in cui l'industria è al centro del fondamentale declino degli studios in favore dei registi indipendenti. Jerome diventa un montatore di successo e si avvia verso un viaggio hollywoodiano che si tramuterà in tragedia e scoperta.

La gag del premio fasullo è nata quando Barbera ha chiamato sul palco il personaggio interpretato da Franco per premiarlo per il suo linguaggio visionario, chiamando il regista, appunto, Isaac Jerome. Quando Franco-Jerome ha raggiunto il palco ha esclamato: "Non è il mio nome". Con James c'è sempre da divertirsi e questa ne è un'altra esilarante dimostrazione.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box