Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 2 Novembre 2015

Stanca dei turisti che pretendono di visitare la casa che ha ispirato il film horror, la famiglia è passata alle vie legali

the conjuring

Esiste il cinema horror “prima di The Blair Witch Project” ed esiste il cinema horror del “post The Blair Witch Project”. Questo non perché il film del 1999 sia considerato il capolavoro assoluto del genere (ognuno potrebbe stabilire il proprio, con alcuni casi inconfutabili, è ovvio), ma perché Il mistero della strega di Blair ha segnato una spaccatura nell’immaginario del suo pubblico, in piccolo ha un po’ cambiato il nostro modo di vedere le storie di paura al cinema. Alla fine del ventesimo secolo non si andava a controllare ogni informazione su Google, inventarsi delle storie era forse un po’ più facile. Sebbene si tratti di un’affermazione altamente confutabile, vista la facilità con cui internet incoraggia le leggende metropolitane, in ogni caso qualcuno ci aveva creduto veramente alla sparizione dei tre ragazzi nei boschi del Maryland.

Vedere un horror con questi presupposti, con il solo sospetto che quanto si sta per vedere possa essere stato tratto dalla realtà in effetti muta di gran lunga la fruizione del film, semplicemente fa molta più paura.

Ecco quindi che in ogni modo si cerca di poter inserire nei titoli di testa, nel trailer o nella campagna pubblicitaria la famosa frase “tratto da una storia vera”.

La realtà che si mescola alla finzione però, non è gradita a tutti, in particolar modo non è piaciuta ai proprietari dell’abitazione che ha ispirato il film The Conjuring – La cospirazione, racconto di una casa infestata girato da James Wan nel 2013.

[Leggi anche: Azione legale per bloccare sequel e spin-off di The Conjuring]

La famiglia infatti, perseguitata da turisti alla ricerca della location cinematografica, ha fatto causa alla casa di distribuzione del film, la Warner Bros. È chiaro che i signori Sutcliff, proprietari dell’immobile dal 1987, non gradiscono la presenza costante di turisti nel loro giardino che probabilmente ignorano il fatto che quella casa, in realtà, in The Conjuring non si veda, il set era altrove.

Quando organizzate un viaggio itinerante state attenti, magari è meglio puntare su location sicure e più accoglienti.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box