Ritratto di Simona Carradori
Autore Simona Carradori :: 4 Gennaio 2017

Secondo il celebre regista Ridley Scott, l’industria cinematografica attuale non verserebbe in condizioni particolarmente favorevoli, in quanto troppo impegnata nella produzione di pellicole prive di spessore quali cinecomics ed affini

Ridley Scott

Secondo il celebre regista Ridley Scott - autore di capolavori come Alien, Blade Runner, Il gladiatore e The Martian - l’industria cinematografica attuale non verserebbe in condizioni particolarmente favorevoli, in quanto troppo impegnata nella produzione di pellicole quali cinecomics ed affini, considerati privi di spessore e contenuto.

Effettivamente tra tutti i film diretti da Scott non compare nulla che abbia a che fare con il genere supereroistico, e queste sono le sue ragioni: “I film sui supereroi non sono esattamente il mio genere di film, questo è il motivo per cui non ne ho mai realizzato uno. Me l’hanno chiesto diverse volte ma non credo proprio nel genere, nelle situazioni poco reali dei supereroi. Ho fatto quel tipo di film: Blade Runner è in realtà un fumetto se ci pensate. È una storia dark raccontata in un mondo irreale. Si potrebbero inserire Batman o Superman in quel mondo, quell'atmosfera, solo che io almeno avrei una storia fottutamente buona da raccontare, a differenza di queste “non storie”!”.

Ricordiamo che Ridley Scott è attualmente al lavoro sia sul nuovo Alien: Covenant, di cui è regista, sia su Blade Runner 2049, sequel del suo film del 1982 e diretto da Denis Villeneuve, già autore dell’acclamato sci-fi Arrival.

Siete d'accordo con le dure dichiarazioni di Scott?

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box