Ritratto di Claudio Mundo
Autore Claudio Mundo :: 4 Aprile 2015

I nomi di Matt Damon, Ben Affleck e Hugh Jackman non farebbero mai pensare a un progetto filmico a sfondo di fede e religione. I tre, invece, hanno unito gli sforzi per produrre l'opera dedicata all'apostolo convertito sulla via di Damasco.

Hugh Jackman, protagonista di "Apostle Paul"

È di fatto comprensibile se nell’immaginario cinematografico collettivo, l’evocazione e l’accostamento dei nomi di Matt Damon, Ben Affleck e Hugh Jackman non farebbero mai pensare a un progetto a sfondo di fede e religione. Incredibilmente, però, è proprio quello che sta accadendo. Il trio di eroi e supereroi stan lavorando alacremente alla produzione del film Apostle Paul, dedicato alla vita di Paolo di Tarso. Secondo la Bibbia, l’apostolo, abbagliato dalla luce divina e convertitosi al Cristianesimo sulla via di Damasco, città dove stava recandosi per organizzare la repressione dei cristiani, cui era avverso, successivamente diede inizio alla propria opera di evangelizzazione pur non avendo mai incontrato di persona il Cristo.

La parte sarà interpretata da “Wolverine” Jackman che produrrà il film insieme alla Pearl Street Films di Damon e Affleck e a Jennifer Todd. La distribuzione sarà invece affidata alla Warner Bros. La sceneggiatura è in fase di scrittura per mano di Matt Cook, mentre ancora oggi non si conosce il nome del regista né dei papabili al ruolo. L’enormità del materiale narrativo e del progetto intero fanno innalzare le aspettative per Apostle Paul, considerato che vige ancora un alone di mistero sui tratti connotativi dell’opera: questa potrebbe essere una piece drammatica con forte riferimento alla fede religiosa oppure qualcosa di ibrido in cui i riferimenti alla Bibbia resteranno qualcosa di vago e sottostante all’azione.

[Leggi anche: "Wolverine 3" si farà l'anno prossimo, con o senza Hugh Jackman. Parola di James Mangold"]

Alla luce dei numerosi film basati sulla cristianità prodotto negli ultimi anni, emerge che questo tipo di trend non dà quasi mai segni di cedimento, il che è particolarmente interessante in considerazione che solo in casi eccezionali il genere riesce ad essere un successo anche al botteghino.

Intanto, Hugh Jackman, che sarà a breve nelle sale italiane con Humandroid di Neill Blomkamp starebbe preparandosi all’addio a Wolverine, il personaggio della Marvel che gli ha consegnato la notorietà internazionale. A quanto pare, Wolverine 3, la cui uscita è prevista nel 2017, sarà il suo ultimo film nelle vesti (e negli artigli) del supereroe.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box