Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 17 Dicembre 2015

Il film è un adattamento del romanzo giallo del norvegese Jo Nesbø, con lei anche Michael Fassbender e Rebecca Ferguson

Charlotte Gainsbourg

La Working Title e la Another Park Film, due case di produzione di fama interazionale, stanno lavorando ad un nuovo progetto; si tratta di The Snowman, un nuovo film tratto dall'omonimo romanzo di Jo Nesbø tradotto in Italia come L'uomo di neve ed edito dalla Piemme.

Qualche mese fa sono stati resi noti i primi nomi del cast tra i quali comparivano Michael Fassbender (Shame, Steve Jobs) e la promettente Rebecca Ferguson (Hercules: il guerriero e Mission: Impossible - Rogue Nation), mentre per la regia è stato fatto il nome di Tomas Alfredson il quale ha già diretto film come Lasciami entrare (2008) e La talpa (2011).

Un altro nome si sta aggiungendo a quello degli attori molto amati da un pubblico ampio e eterogeneo ed è quello di Charlotte Gainsbourg, una delle attrici che di recente ha lavorato in modo continuativo con Lars Von Trier (Antichrist, Melancholia, Nymphomaniac). La cantante figlia di Serge Gainsbourg e Jane Birkin è infatti in trattativa con la produzione per entrare a far parte del film le cui riprese dovrebbero cominciare il prossimo gennaio.

Il compito di adattare per il grande schermo il romanzo giallo dello scrittore svedese è stato assegnato all'americano Matthew Michael Carnahan. Tra i produttori ci sono nomi di altissimo livello come quello di Martin Scorsese (il quale inizialmente era stato preso in considerazione anche per la regia) e dello stesso Jo Nesbø.

The Snowman è un romanzo appartenente a una serie tutta incentrata su uno stravagante detective che vive e lavora a Oslo. Harry Hole – così si chiama il protagonista – in questo episodio deve indagare sull'omicidio di una donna la cui sciarpa viene trovata avvolta al collo di un pupazzo di neve.

[Leggi anche: Intervista a Benoît Jacquot: “Adoro Charlotte Gainsbourg!”]

Charlotte Gainsbourg è probabilmente in un periodo di sperimentazione, si sta dedicano a progetti un po' più mainstream rispetto a quelli a cui aveva abituato il suo pubblico. Oltre che in The Snowman, basti pensare che il prossimo anno la si vedrà nel sequel di Indipendence Day, uno dei film che ha segnato l'immaginario legato agli alieni di chi era ragazzino negli anni novanta

Categorie generali: 

Facebook Comments Box