Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 11 Febbraio 2015

Esce finalmente nelle sale italiane il tanto discusso "Cinquanta sfumature di grigio". La domanda è: vale la pena vederlo? Probabilmente si, anche solo per parlarne male, o, nel migliore dei casi, per restare eventualmente sorpresi

Cinquanta sfumature di grigio

Sta finalmente per arrivare nelle sale il tanto discusso Cinquanta sfumature di grigio. Se la trasposizione avesse il medesimo successo del romanzo di E.L James da cui è tratto, allora state sicuri che la pellicola sarà decisamente sulla bocca di tutti diventando il fenomeno cinematografico del momento. Ci siamo scervellati se effettivamente ci fosse qualche buon motivo per vederlo al cinema, e il primo che ci è venuto in mente è, ovviamente, “per parlarne male”. Avere le argomentazioni per demolirlo, per sottolineare quanto sia l'ennesima operazione hollywoodiana sull'orlo della spazzatura.

Avvia la prova gratuita su MUBI

A questo, si potrebbero però opporre due situazioni: la prima, che il film possa invece rivelarsi bello. In questo caso, sarebbe ancora “più” bello in quanto inaspettato. Cioè, noi critici babbei e pregiudiziosi siamo qui in attesa di Cinquanta sfumature solamente per distruggerlo, e invece finiamo per ritrovarci una pellicola intelligente, interessante e addirittura bella: sarebbe un gran colpo per il nostro cuore, di quelli che sanno di miracoloso e beatitudine. Per molti sembrerebbe un'opzione impossibile, ma ricordiamoci che dietro Cinquanta sfumature di grigio c'è la mano registica di Sam Taylor-Johnson, già precedentemente responsabile dell'interessante Nowhere Boy.

L'altra possibilità, invece, è che il film sia così trash da diventare comunque, a suo modo, un cult. Cioè che ci faccia divertire così tanto in sala da farci comunque apprezzare tutta la bruttezza capace di regalarci due ore di sghignazzate a non finire. In tal caso, sarebbe opportuno portarsi in sala tutta la combriccola di amici e amici di amici.

Insomma, che possa essere un capolavoro o un fallimento, i motivi per vedere Cinquanta sfumature di grigio non sembrerebbero mancare. In più, sappiate che renderà molto felice vostra moglie o la vostra fidanzata, in quanto i romanzi andavano soprattutto fra il popolo femminile. E ancora: il film promette di essere quello con più scene di sesso degli ultimi anni; a chi è che non piace vedere del sano sesso bollente sul grande schermo? Chissà, magari riusciamo pure a imparare qualche tecnica particolarmente ignota o weird.

[Leggi anche: "Cinquanta sfumature di grigio": Le scene più scomode, difficili e complicate]

Ricordiamo che Cinquanta sfumature di grigio arriverà nelle sale italiane il 12 Febbraio. Nel cast, due attori che si stanno giocando tutto il loro futuro: Dakota Johnson e Jamie Dornan. Saranno i divi del domani oppure questo film li seppellirà nel dimenticatoio? Lo scopriremo ormai tra poche ore. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box