Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 18 Maggio 2015

Il Festival di Cannes, ormai lo sappiamo, significa anche e soprattutto business, complice l'enorme mercato dove le case di produzione possono presentare le loro ultime carte. Diversi i titoli bramatissimi di quest'edizione: eccone alcuni

Spike Lee

A rendere così importante il Festival di Cannes, si sa, è anche il suo enorme mercato dove le maggiori case di produzione del mondo s'incontrano con i distributori sperando di concludere qualche affare. Come al solito, pure quest'anno la lista dei “titoli” comprabili si rivela foltissima, comprendendo alcuni dei film più attesi delle prossime stagioni. Pensiamo ad esempio a Chiraq di Spike Lee, che per l'occasione attraverserà un genere che sembrerebbe anni luce lontano da lui: il musical. A sostenerlo nell'operazione, un ricco cast che comprende, tra gli altri, Samuel L. Jackson, Jennifer Hudson, John Cusack e la superstar di Mtv Kanye West. Disponibile anche Nocturnal Animals, nuovo progetto di Tom Ford a 6 anni da A Single Man. Stavolta, lo stilista divenuto regista si butterà nei territori del mystery, accompagnato da due talentuosi attori come Amy Adams e Jake Gyllenhaal. 

Ancora: arriva al marché du film la nuova bramatissima opera di Stephen Frears, Florence Foster Jenkins, con protagonista una Meryl Streep in versione cantante lirica dalla voce inascoltabile. Chissà poi se riuscirà a destare l'attenzione dei compratori Suburra di Stefano Sollima, di cui verranno proiettate privatamente alcune clip. La precedente avventura cinematografica dell'autore, ACAB – All Cops Are Bastards, risale ormai a 3 anni fa, ma da allora, complice il grande successo internazionale della serie Gomorra, le sue quotazioni dovrebbero essersi alzate al mille per cento. Tra gli altri titoli italiani, particolare attenzione sarà probabilmente rivolta a Summertime (L'estate adesso) di Gabriele Muccino, racconto di formazione ambientato tra Roma, gli Stati Uniti e Cuba.

[Leggi anche: Da Michael Haneke a Gaspar Noé: I film europei più attesi del 2015]

Infine, ovviamente, è presente al mercato anche una larga fetta di produzioni asiatiche. Sion Sono tenterà di trovare distributori internazionali per il suo Tag (delirante opera bizzarra con dei fantasmi che trucidano spietatamente delle studentesse liceali) e Minna! Esper Dayo (storia di giovani arrapati con dei poteri psichici), mentre il maestro John Woo sarà nella mischia con Manhunt. Da segnalare, inoltre, il nuovo progetto targato Johnny To, Office, che vanta come protagonista la stella internazionale Chow Yun-fat.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box