Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 13 Febbraio 2016

Il film sul trombettista jazz presentato al Toronto Film Festival uscirà nelle sale americane il 25 marzo 2016

Born to be blue

Gli amanti della musica jazz e dei grandi musicisti del secolo scorso stanno aspettando con impazienza la prossima primavera e non per motivi climatici. Al cinema infatti arriveranno le storie di due dei più grandi maestri del genere musicale che ha contraddistinto il Novecento.

L’1 aprile nelle sale americane arriverà Miles Ahead, il biopic su Miles Davis diretto da Don Cheadle con protagonisti  Cheadle stesso, Ewan McGregor e Emayatzy Corinealdi.

Una settimana prima però è prevista l’uscita di Born to be blue, la storia del trombettista Chet Baker le cui note riescono a creare atmosfere di rara malinconia e bellezza.

Ad interpretare il musicista sarà Ethan Hawke diretto dal regista  Robert Budreau il quale si è occupato anche della sceneggiatura del film.

La pellicola non racconta passo passo la vita di Chet Baker, ma si concentra in particolare su un momento difficile della sua esistenza, quando verso la fine degli anni Sessanta tentò di tornare sulle scene cercando di superare tutti i problemi causati dall’eroina.

Nel cast è presente anche l’attrice e musicista britannica Carmen Ejogo nei panni della donna con cui Baker ebbe una relazione e che gli fece tornare la voglia di rialzarsi e tentare di riprendere il mano la propria vita.

[Leggi anche: "Miles Ahead": ecco il trailer del biopic su Miles Davis diretto da Don Cheadle]

La vita dei musicisti jazz e le loro creazioni artistiche sembrano sceneggiature e colonne sonore pensate appositamente per il cinema, storie di esseri umani dotati di talento e notorietà ma lacerati internamente da un dolore insanabile.

Ethan Hawke sembra perfetto, riesce a regalare allo spettatore un’interpretazione struggente e intensa, come solo le canzoni di Chet Baker sanno essere.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box