Ritratto di Claudio Mundo
Autore Claudio Mundo :: 1 Maggio 2015

Lo sprinter giamaicano ha già annunciato il suo ritiro dall'attività agonistica nel 2017. Prima, però, ci sono le Olimpiadi 2016 di Rio de Janeiro e vuole concludere la sua carriera alla grande. A documentarla saranno i registi Gabe e Ben Turner

Il giamaicano Usain Bolt

Usain Bolt, il corridore più veloce della Terra, sarà un film. Lo sprinter giamaicano sarà il soggetto di un documentario successivo alla sua partecipazione ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro del 2016 e al suo annunciato ritiro dall’attività agonistica previsto per il 2017. Il documentario sarà diretto da Gabe e Ben Turner e prodotto da Leo Pearlman e dalla compagnia londinese Fulwell 73, lo stesso e identico team che è stato dietro al documentario del 2013 sulla boyband degli One Direction: This is Us.

Il sei volte oro olimpico Bolt si è già detto “molto entusiasta” di mettersi al lavoro su questo progetto: “Quando ho incontrato Gabe e Ben e quando ho sentito parlare del loro precedente lavoro ho capito che erano le persone giuste per raccontare la mia storia e per catturare i momenti più importanti della mia prossima avventura a Rio de Janeiro, che sarà molto importante perché sarà quella con cui chiuderò la mia carriera”. 

Le prime riprese del film inizieranno già il mese prossimo in Giamaica e seguiranno le diverse fasi degli allenamenti e delle preparazioni del campione dell’atletica che tenterà di suggellare le sue già memorabili gesta sportive conquistando uno storico tris di medaglie nelle diverse specialità agonistiche previste dai Giochi cui parteciperà (100, 200 e 400 metri).

[Leggi anche: Jamie Foxx sarà Mike Tyson nel biopic sul campione di boxe]

Interessanti le motivazioni che hanno portato i registi Gabe e Ben Turner ad appassionarsi a questo progetto: “Dopo aver esplorato le dinamiche di gruppo con il nostro precedente film, abbiamo ritenuto molto motivante guardare dentro la vita di un atleta che vive la competizione in uno sport assolutamente individuale; quando si è presentata l’opportunità di realizzare una testimonianza sull’epopea di uno dei più grandi atleti di tutti i tempi, non abbiamo potuto che cogliere la palla al balzo. Rio lascerà al mondo l’eredità di Bolt, che ha rivoluzionato tutto il possibile nel suo sport, non potevamo aspettare oltre”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box