Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 26 Ottobre 2015

Quattro ragazzi, tra cui Michael Pitt e Dan Stevens, si ritrovano in debito con il boss locale interpretato da John Travolta

criminal activities

Niente paura, non siamo tornati indietro a metà degli anni Novanta, quando gli studios sfornavano copie e brutte copie di Pulp Fiction a non finire. C’è stato un periodo in cui le produzioni impazzivano per quei film in cui i malviventi erano personaggi anche un po’ simpatici, scapestrati a cui in fin dei conti ci si affezionava. Siamo nel 2015 e stiamo parlando di una tipologia di storia che ancora coinvolge; siamo nel 2015 e c’è ancora John Travolta, lo stesso che piaceva a Quentin Tarantino. Il trailer di Criminal Activities ce lo presenta come “the mobster”, il ganster.

Il primo film da regista di Jackie Earle Haley (Tutti gli uomini del re, Little Children) si chiama, non a caso, Criminal Activities ed è la storia di quattro tipi insospettabili che, colpa un investimento poco riuscito, si ritrovano con un debito di 400mila dollari nei confronti di un boss. Ai ragazzi, tra i quali figurano Michael Pitt (The Dreamers, Funny Games) e Dan Stevens (Downtown Abbey), viene fatta una proposta che non possono assolutamente rifiutare, ma niente può essere semplice se c’è di mezzo John Travolta, e lo si capisce subito dalla sua acconciatura.

[Leggi anche: "I Am Wrath": John Travolta cerca vendetta]

Aggressioni in un bagno pubblico, persone rinchiuse nei portabagagli di un’auto, una sparatoria all’interno di una tavola calda, l’FBI alle calcagna: di certo non si parla di situazioni mai viste. Ma è anche vero che si tratta pur sempre del trailer, il film potrebbe essere racchiuso tutto in questi pochi minuti o celare all’interno qualcosa di nuovo o comunque qualcosa che abbia a che fare con l’intrattenimento di qualità. Per un punto di vista obiettivo e completo basta fare una cosa, una di quelle che a chi legge questo sito piace molto: vedere il film. Criminal Activites sarà disponibile on demand e su iTunes a partire dal 20 novembre. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box