Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 3 Marzo 2015

Grazie alla Lucky Red, l'ultima pellicola d'animazione dello Studio Ghibli, "Quando c'era Marnie (When Marnie Was There)" di Hiromasa Yonebayashi, arriverà finalmente nelle sale italiane per 4 giorni, dal 12 al 15 Settembre

Quando c'era Marnie

Un nuovo ringraziamento alla Lucky Red, ormai tra i pochissimi in Italia ad occuparsi ancora di animazione giapponese nelle sale cinematografiche. Così, dopo aver (ri)distribuito gran parte dei film di Hayao Miyazaki e l'ultima pellicola di Isao Takahata, La storia della principessa splendente, ora toccherà invece a When Marnie Was There di Hiromasa Yonebayashi, già regista di Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento. Tradotto in italiano col titolo Quando c'era Marnie, la nuova attesa pellicola d'animazione arriverà nelle sale italiane per 4 giorni, dal 12 al 15 Settembre.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Tratto dall'omonimo romanzo inglese scritto da Joan G. Robinson nel 1967, il film avrà per protagonista Anna Sasaki, dodicenne solitaria e priva di amici; a cambiare le cose sarà la nascita di una tenera amicizia con Marnie, misteriosa ragazza con cui riesce finalmente ad aprirsi. Dunque, trattasi di una sorta di coming of age che potrebbe regalarci attimi di malinconia adolescenziale, già accolta bene dalla critica giapponese alla sua uscita la scorsa estate. Per Mark Schilling del Japan Times, per quanto Yonebayashi sia ben lontano dal genio creativo di Hayao Miyazaki, è comunque riuscito a portare a compimento una solida trasposizione, la quale  sottolinea bene la nuova strada che intende percorrere il rinomato Studio Ghibli.

Tra gli sceneggiatori di Quando c'era Marnie, due nomi importanti dell'industria. Da una parte, Keiko Niwa, già precedentemente al lavoro sugli script dei film di Goro Miyazaki (I racconti di Terramare e La collina dei papaveri); dall'altra, Masashi Ando, qui al suo debutto come scrittore dopo una lunga carriera come animatore tecnico per alcuni dei più rinomati progetti nipponici degli ultimi anni, da La città incantata del sensei Hayao a Sailor Moon, passando per Paprika – Sognando un sogno di Satoshi Kon ed Evangelion di Hideaki Anno.

[Leggi anche: Trailer: When Marnie Was There, nuovo film dello Studio Ghibli]

Dunque, grande fibrillazione e attesa non solo da parte degli otaku fan di manga e anime giapponesi, ma anche dalla comunità cinefila tout court. Ecco cos'ha dichiarato Yonebayashi: “Non posso certo cambiare il mondo con un solo film, come sono stati in grado di fare i maestri Miyazaki e Takahata, ma dopo Si alza il vento e La storia della Principessa Splendente, il mio desiderio era di portare allo Studio Ghibli un nuovo film per bambini. Per tutti quelli che andranno a vederlo, per tutte le Anna e tutte le Marnie, spero di aver creato una storia che parli a loro, che faccia sentire loro il desiderio di avere un’anima gemella, o anche semplicemente un’amica che si sieda al loro fianco”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box