Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 5 Febbraio 2015

La storia del doppiogiochista Barry Seal - prima trafficante di droga per il cartello di Medellin e poi agente delle CIA per evitare il carcere - sarà portata sul grande schermo con "Mena" e Cruise è pronto a prendere peso per l'insolito ruolo

Tom Cruise

Tom Cruise si appresta a interpretare il doppiogiochista agente della CIA Barry ‘Fat Man’ Seal nel biopic Mena, ambientato negli anni Ottanta e costruito intorno alle dinamiche del cartello di Medellin. L'attore si preparerà a ingrassare sensibilmente, visto che il suo personaggio dovrà avvicinarsi il più possibile ai 150 chilogrammi del pilota americano che trafficava armi e droga per la suddetta organizzazione. 

Avvia la prova gratuita su MUBI

Il cinquantaduenne è atteso sul grande schermo nel quinto episodio della serie d'azione Mission: Impossible, ma il New York Post ha già annunciato la sua prossima immedesimazione nel discutibile Adler B Seal, che per gli amici era Barry, in un film dove si spargerà un bel po' di sangue e che sarà diretto da Doug Liman, regista di Bourne Identity.

[Leggi anche: Hollywood: Le migliori trasformazioni e metamorfosi degli attori]

Cruise aveva già indossato un costume per rendersi grasso per il personaggio dello studio executive Len Grossman nella commedia Tropic Thunder, per il resto l'attore non ha mai affrontato cambiamenti clamorosi di peso e di fisionomia. La trasformazione fa parte dei classici requisiti per candidarsi agli Oscar, contesto nel quale Cruise tende abbastanza a latitare; l'occasione è molto ghiotta, considerando anche il fascino della storia vera del quale spesso gli Academy sono vittima.

[Leggi anche: In Cina va in galera il figlio di Jackie Chan: sei mesi per droga]

Barry Seal era già stato interpretato da Dennis Hopper, senza peso in più, nel docudrama targato HBO Double Crossed, prodotto nel 1991.

Seal fu prima pilota per il cartello e poi agente della CIA. Operando dal piccolo aereoporto di Mena, in Arkansas, il nativo della Louisiana trasportava cannabis, cocaina e il famoso Quaalude negli Stati Uniti dal Sud America tra il 1976 e il 1984, prima di essere arrestato. Decise allora di collaborare con le autorità americane per evitare il carcere, ma fu freddato nel 1986 in un alloggio sicuro (neanche tanto) a Baton Rouge dai sicari colombiani. 

L'incontro tra Liman e Cruise per discutere del film dovrebbe avvenire a Londra. Mena è basato su una sceneggiatura di Gary Spinelli, acquistata da Universal Pictures lo scorso anno dopo una dura lotta. Liman sostituisce Ron Howard in cabina regia, con un cachet di 1 milione di dollari.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box