Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 28 Ottobre 2014
Locandina di Anche se è amore non si vede

Recensione di Anche se è amore non si vede: Ficarra e Picone in una commedia romantica inutile ma funzionale e scorrevole, ben lontana da certi prodotti italici tutta volgarità, corna, tette e culi. Nel cast, anche Ambra Angiolini

Un film come tanti altri, di quelli che si fabbricano a stampino ma che riescono a far la felicità dello spettatore medio che dal cinema chiede null'altro se non una serata tranquilla a base di rilassatezza e popcorn, come è giusto e lecito che sia. Se poi ci metti anche un paio di risatine e un mood pacato che ben si allontana da altre commedie italiche tutta volgarità, corna, tette e culi, allora Anche se è amore non si vede può addirittura essere considerata un'opera riuscita.

L'importante, al solito, è essere ben consapevoli di che cosa si stia andando a vedere: un prodotto inutile ma al contempo funzionale, anni luce non solo da eventuali modelli anglosassoni, ma anche da gag italiane assolutamente più spassose come potrebbero essere quelle di Checco Zalone. Eppure, questo film ha confermato un certo potenziale nel duo Ficarra e Picone, una micro scintilla che riusciamo a scorgere non solo nella fluidità con cui gestiscono il ritmo e i tempi del romanticismo, ma anche nella maniera in cui trattano le proprie attrici, caratteri certamente stereotipati, ma mai puri oggetti di scena da esibire come corpi vuoti. Tutto questo, avvalendosi della collaborazione di uno sceneggiatore in gamba come Francesco Bruni (Il capitale umano, Scialla!, My Name is Tanino), autentica àncora di salvezza e probabile mente degli intrecci che mescolano con impassibilità scambi di persone e malintesi, caos e delirio; magari, sullo sfondo di un matrimonio, che fa sempre così british comedy.

[Leggi anche: La scuola più bella del mondo ha De Sica come preside]

A sostenere le idee, una regia da manuale scolastico: nessun azzardo estetico o approccio personale, nessun picco di brillantezza o genialità, ma anche nessun errore o momenti che fanno venir voglia di cavarsi gli occhi: Anche se è amore non si vede scorre composto e tranquillo in tutto il suo svolgersi, il che non era certamente una cosa scontata considerato i due soggetti dietro la macchina da presa, qui per la prima volta senza sostegno di terzi. Insomma, un film innocuo che non fa male a nessuno, ma che anzi, è così onesto da mostrarsi nella sua nudità più ovvia, volando basso e senza promettere sole e stelle. Il pubblico ha giustamente gradito, producendo 6 milioni di euro ai botteghini

Trailer di Anche se è amore non si vede

Voto della redazione: 

3

Facebook Comments Box