Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 12 Marzo 2015

Sapevate che "Avatar" di James Cameron ha attualmente una denuncia per plagio da parte di un artista? O che due lavoratori di "Il cigno nero" hanno fatto causa alla Fox? Ecco le curiosità su alcuni film cult finiti in tribunale

Il cigno nero di Darren Aronofsky

Alcuni film sono più controversi di quanto potessimo pensare, tanto da esser stati sotto denuncia. A svelarci qualche titolo è il portale Mental_Floss, che ringraziamo per averci regalato queste curiose chicche.

Ad esempio, scopriamo che nel 2013, l'artista William Roger Dean denunciò James Cameron con l'accusa di avergli rubato il design del pianeta Pandora visto in Avatar. Secondo il disegnatore, l'aspetto dell'ormai celebre location sarebbe fin troppo uguale ai suoi artwork già apparsi in libri come Magnetic Storm, Views e Dragon's Dream. Al momento il caso è ancora aperto, con Dean che sta puntando ad un risarcimento di 50 milioni di dollari, più altri soldi per i diritti scenografici dei sequel.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Un caso è poi nato anche contro Captain Phillips, ultima pellicola di Paul Greengrass che vedeva nel cast Tom Hanks e Barkhad Abdi. A far nascere la polemica sono proprio i protagonisti veri delle vicende narrate, ovvero l'equipaggio della nave Maersk Alabama, attaccata dai pirati somali nel 2009. Secondo la crew marina, il film sarebbe infatti pieno di falsità, avendo dipinto il capitano Phillips come un eroe che ha fatto di tutto pur di salvare la propria nave. In verità, invece, sarebbero finite in quelle acque pericolose proprio per colpa del capitano, che ha insistito a passare in quella zona per risparmiare tempo, nonostante tutti gli altri lo avessero avvisato dei grandi rischi. Inoltre, ad aver cacciato i pirati sarebbero stati gli stessi membri dell'equipaggio, e non certamente il capitano.

Ancora: sapevate dei casi giudiziari contro Il cigno nero – Black Swan, celebre opera che Darren Aronofsky ha girato nel 2010 facendo vincere l'Oscar come Miglior Attrice a Natalie Portman? Ad aver esposto denuncia sono due persone della crew, Eric Glatt del reparto contabilità e Alexander Footman del settore produzione, i quali hanno fatto causa alla Fox in quanto la Major non li avrebbe mai pagati per il loro lavoro. Il tribunale ha dato ragione ai due, ma la casa di produzione sta ancora lottando per invertire le decisioni della corte.

[Leggi anche: Poster cinematografici controversi e censurati]

Delirante poi il caso di Drive, pellicola del 2011 firmata da Nicolas Winding Refn. Quell'anno, una donna del Michigan ha denunciato una sala cinematografica e il distributore della pellicola con l'accusa di aver proiettato un trailer deviante che poco c'entrava col film. Secondo la donna, la distribuzione avrebbe, infatti, spacciato Drive come una specie di Fast & Furious, quando in realtà il film è di tutt'altro tipo. Alla fine, però, i giudici hanno respinto le sue accuse.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box