Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 13 Dicembre 2015

Michael Caine e Charlotte Rampling, protagonista di "45 anni", hanno vinto il premio come migliori attori

Paolo Sorrentino

Gli EFA – European Film Awards – sono chiamati anche gli Oscar Europei. La cerimonia di premiazione si è svolta il 12 dicembre a Berlino in una serata in cui sono stati premiati i più grandi rappresentanti del cinema del Vecchio Continente.

Dopo il successo ottenuto due anni fa con La grande bellezza, Paolo Sorrentino è tornato a vincere sul palco di Berlino, città sede dell’Academy in cui si svolgono le premiazioni negli anni dispari.

Il suo Youth – La giovinezza è stato infatti giudicato il Miglior Film Europeo, ma non è finita qui; Sorrentino è stato nominato anche miglior regista, mentre Michael Caine ha vinto il premio come miglior attore protagonista.

Questi tipi di premi sono importanti anche perché riportano all’attenzione del pubblico titoli che magari, nel corso dei mesi, erano finiti un po’ in secondo piano. Il riconoscimento come miglior commedia, ad esempio, è stato assegnato a un film molto amato dalla critica come Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza di Roy Andersson che aveva già vinto il Leone d’Oro a Venezia nel 2014.

In molti pensano che gli European Film Awards rappresentino la rampa di lancio verso l’Oscar: potrebbe essere una prospettiva verosimile per Amy, il film che racconta la storia della cantante Amy Winehouse, il quale si è aggiudicato il premio come miglior documentario. Il grande Michael Caine, che in Youth interpreta un anziano direttore d’orchestra in vacanza sulle Alpi svizzere, ha avuto una validissima controparte femminile. A vincere il premio come miglior attrice è stata infatti la sempre affascinante Charlotte Rampling per il suo ruolo in 45 anni di Andrew Haigh. L’attrice inglese ha anche ricevuto l’EFA Lifetime Achievement per la sua carriera.

[Leggi anche: "The Young Pope" di Paolo Sorrentino: Ecco il cast al completo]

A The Lobster – altro film molto apprezzato dalla critica – è andato il premio per la sceneggiatura di Yorgos Lanthimos e Efthymis Filippou.

L’Italia non è stata rappresentata solo da Paolo Sorrentino, l’European Co-production Award – Prix Eurimages è infatti andato a Andrea Occhipinti, titolare della Lucky Red.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box