Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 12 Ottobre 2015

A Milano una rassegna ripercorre la storia del celebre studio di animazione fondato da Hayao Miyazaki

La collina dei papaveri

Si sa, Hayao Miyazaki ha sempre avuto un occhio di riguardo estremamente rispettoso per il paese dello stivale. Il pubblico ha imparato a conoscerlo negli anni, è tornato al cinema per vedere i suoi capolavori, e per fortuna la città di Milano avrà la possibilità di farsi cullare dalla poesia nipponica ancora una volta. E in quest'occasione non si parlerà solo del maestro indiscusso, ci sarà spazio anche per i suoi compagni di avventura.

Dal 23 al 30 ottobre infatti, il MIC – Museo Interattivo del Cinema ha organizzato una rassegna che omaggia lo Studio Ghibli, il laboratorio d’animazione che Miyazaki ha fondato nel 1985 con il suo collega e mentore Isao Takahata.

Inaugura la rassegna il film di un regista dal nome familiare, La collina dei papaveri (2011) di Goro Miyazaki. Si tratta del figlio di Hayao, il quale proprio nel 2013, durante il Festival del Cinema di Venezia ha annunciato che Si alza il vento sarebbe stato il suo ultimo lungometraggio. Quest’ultimo film, in cui si racconta il sogno di volare di un bambino determinato a seguire le orme dell’ingegnere aeronautico italiano Gianni Caproni – altro omaggio al volo e all’Italia dopo Porco Rosso (1992) sarà anch’esso in programmazione il 23 ottobre. Tra gli altri nomi in cartellone figura anche quello di Isao Takahata che è presente nella rassegna con il suo La storia della principessa splendente.

[Leggi anche: Il documentario sullo Studio Ghibli al FEFF di Udine e poi nelle sale italiane]

L’infanzia, l’amore per il pianeta e per le sue creature, i sogni sono solo alcune delle tematiche che popolano l’universo color pastello dello Studio Ghibli. Durante questo omaggio all’animazione però saranno proiettate anche immagini di esseri umani in carne ed ossa. Il regno dei sogni e della follia di Mami Sunada è infatti un documentario che racconta la lavorazione di Si alza il vento e de La principessa splendente. Si avrà così l’opportunità di vedere questi artigiani dei sogni al lavoro, di rubare loro qualche momento di routine.

Per informazioni si può consultare il sito della Cineteca di Milano

Il regno dei sogni e della follia - Trailer

Categorie generali: 

Facebook Comments Box