Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 4 Agosto 2014

Al contrario di quanto affermano molte news riportate in rete in queste ultime ore, lo Studio Ghibli NON è assolutamente in chiusura. Infatti, la celebre casa d'animazione si prenderà solamente una pausa per ristrutturarsi

Studio Ghibli

È di qualche ora fa la notizia che ha depresso milioni di cinefili in tutto il mondo: lo storico Studio Ghibli sarebbe in chiusura. Ebbene, calmate i vostri cuori e asciugate le lacrime, in quanto si tratta semplicemente del solito errore giornalistico poi lanciato in giro per il web. Infatti, la mitica casa d'animazione non chiude affatto, ma si prende solamente una pausa per ristrutturare la propria compagnia. Una cosa che, secondo l'esperto Mark Schilling, è alquanto comune nell'ambiente dell'animazione nipponica, in modo da rafforzarsi e tornare più creativi e attivi di prima. Come fa notare il produttore Ghibli Toshio Suzuki, lo studio ha bisogno di una pausa per scovare nuove strategie di risparmio, dopo che la sua maggior fonte di guadagno, Hayao Miyazaki, ha deciso di ritirarsi dalle scene. Se infatti i film del sensei raggiungevano tranquillamente i 100 milioni di dollari ai botteghini, una pellicola come When Marnie Was There di Hiromasa Yonebayashi, ultima produzione della celebre casa giapponese, raggiungerà a malapena i 36 milioni; un successo comunque buono, ma di sicuro lontano dagli standard di una volta. La major, insomma, ha deciso di ridimensionarsi in fatto di budget e staff, ma è tutt'altro che finita o fuori dai giochi. 

Nel frattempo, cresce sempre più la febbre italiana per l'arrivo di due pellicole Ghibli tra le più attese della prossima stagione: Si alza il vento, film d'addio di Miyazaki, sarà nelle nostre sale il 13, 14, 15 e 16 Settembre come evento speciale, mentre La principessa splendente di Isao Takahata troverà una probabile collocazione nei cinema del belpaese in tardo autunno. Ora, è innegabile che per lo storico Studio si chiuda un'epoca d'oro fatta di successi, premi e celebrazioni, ma le speranze per un futuro altrettanto glorioso non si sono sicuramente spente. I possibili eredi dei maestri ci sono, a cominciare proprio da Yonebayashi, già autore di Arrietty – Il mondo segreto sotto il pavimento, uscito anche da noi ottenendo recensioni positive da parte della critica. Finchè ci saranno autori come lui dentro le mura del Ghibli, state certi che il talento non mancherà nella gloriosa casa d'animazione. Quindi, fan di tutto il mondo, smettetela di piangere, che almeno per oggi potete dormire sereni. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box