Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 19 Settembre 2015

Decenni di carriera vestendo i panni dei più svariati personaggi: Johnny Depp è decisamente un attore versatile, ma pure lui non ha mancato di prendere delle gran cantonate. Ecco le sue migliori e peggiori interpretazioni

Johnny Depp

Come ha dimostrato all'ultimo Festival di Venezia, Johnny Depp sarà pure ingrassato e sulla via di diventare una fattispecie di sosia di Mickey Rourke, ma rimane ancora, senza ombra di dubbio, uno degli attori più amati dell'universo, di quelli capaci di bloccare un'intera isola e di essere accolto come fosse Dio in Terra. Vastissima la sua carriera, in cui ha praticamente interpretato i ruoli più disparati; ma quali sono le sue migliori e peggiori interpretazioni? Ecco le nostre scelte.

I MIGLIORI
Ok, tutti sappiamo che poi ne avrebbe abusato fino a farne una parodia di se stesso, ma il Capitan Jack Sparrow de I pirati dei Caraibi è a tutt'oggi l'invenzione più riuscita di Johnny Depp, l'esilarante pirata che parrebbe sempre un po' fatto e schizzato, un po' rockstar e un po' lord ubriaco. Immancabile in una lista dei migliori è poi il silenzioso e malinconico goth di Edward Mani di Forbice; farina del sacco di Tim Burton ovviamente, ma raramente abbiamo visto un attore calzare così a pennello il suo personaggio, diventandoci un tutt'uno inscindibile. La collaborazione col regista avrebbe portato grandi frutti anche in Ed Wood, dove il nostro veste i panni del celebre cineasta considerato "il peggiore mai esistito nella storia del cinema": tanto fascino e un pelo di tenerezza, e noi siamo immediatamente conquistati.
Questione di makeup? Di costumi cuciti appositamente per l'attore? Allora date un'occhiata a Donnie Brasco di Mike Newell, in cui Depp ha dimostrato di saper dare anche una performance misurata e seria, senza esagerazioni espressive o tic nervosi. 

[Leggi anche: Johnny Depp testimonial per Christian Dior: qui il teaser e la prima foto]

I PEGGIORI
Ecco, quando parlavamo di come Depp abbia abusato del ruolo di Jack Sparrow, in verità ci riferivamo, tra gli altri, al recente Mortdecai, in cui il nostro altro non fa che riportare in scena il medesimo mood del pirata, creandone una fattispecie di caricatura fastidiosa con aggiunta di accento inglese. Che dire poi di Trascendence, pellicola firmata da Wally Pfiser l'anno scorso? D'accordo, il film è bruttino e Depp si è evidentemente fatto trascinare dal mood generale, ma qui appare veramente svogliatissimo, quasi come se stesse sul set solamente per contratto: e, probabilmente, le cose stavano veramente così.
Infine, decisamente da citare è anche la doppietta Alice in Wonderland + Into the Woods: in entrambe le pellicole l'attore si è trovato immerso in un film corale composto da più interpreti, e fra tutti, lui è riuscito nell'impresa di essere il meno memorabile, nonostante le tonnellate di trucco addosso.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box