Ritratto di Claudio Mundo
Autore Claudio Mundo :: 7 Maggio 2015

"Lo straordinario viaggio di T. S. Spivet" sarà nelle sale italiane dal 28 maggio grazie a Italian International Film, Rai Cinema e alla distribuzione di Microcinema. Il regista Jeunet prova a bissare il successo di "Il favoloso mondo di Amélie"

Kyle Catlett in una scena di "Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet"

Arriverà nelle sale italiane il 28 maggio, grazie a Fulvio e Federica Lucisano per Italian International Film in collaborazione con Rai Cinema e alla distribuzione di Microcinema, Lo straordinario viaggio di T. S. Spivet, il nuovo film di Jean-Pierre Jeunet, ambientato negli Stati Uniti e interpretato da un cast prestigioso, formato dalle candidate all’Oscar Helena Bonham Carter e Judy Davis, così come Callum Keith Rennie e il giovanissimo Kyle Catlett. Il film riporta Jeunet alle atmosfere e alla magia del suo titolo più famoso, Il favoloso mondo di Amélie, sia grazie ai suoi protagonisti (una commovente famiglia sui generis) sia per la storia narrata, un inno alla fantasia, tanto da essere stato considerato dalla stampa internazionale una “festa per gli occhi” e “una storia geniale”.

Come ricorda lo stesso regista, parlando del romanzo da cui è tratto il film, “sono rimasto colpito dal protagonista, un personaggio straordinario e dalla sua vicenda toccante, dalla ricchezza di particolari presenti nella storia, dall’ambiente descritto, dal Montana e dagli ampi spazi aperti. Adattare il libro di Reif Larsen è stato un lavoro duro, ma allo stesso tempo piuttosto semplice, perché il materiale di base è straordinario”. T. S. Spivet (Kyle Catlett) è un bambino prodigio di 10 anni appassionato di cartografia e invenzioni. Vive in un ranch nel Montana insieme alla mamma (Helena Bonham Carter), esperta di morfologia degli insetti, al padre, cowboy nato nel periodo storico sbagliato, a sua sorella quattordicenne che sogna di diventare Miss America e a suo fratello gemello Layton. Un giorno T. S. riceve una telefonata inaspettata dall’Istituto Smithsonian che gli annuncia la vittoria del prestigioso premio Baird per la sua invenzione di un dispositivo dal moto perpetuo. All’insaputa di tutti, per ritirare il premio e tenere il discorso di ringraziamento, T. S. salta su un treno merci e intraprende il suo straordinario viaggio attraverso l’America in direzione Washington: ma allo Smithsonian tutti ignorano che T. S. è solo un bambino...

[Leggi anche: Il film di Jean-Pierre Jeunet apre il Monaco Film Festival]

Il regista Jeunet ha detto del piccolo Kyle Catlett: “È un ragazzino incredibile. A soli 10 anni ha vissuto esperienze estreme, sia positive sia negative, che la maggior parte delle persone non affronta neanche in tutta una vita. È molto intelligente. È un attore brillante con un gusto naturale per la commedia, un grande senso del ritmo e una grande versatilità. È adatto sia alla commedia leggera sia ad argomenti più seri ed emozionanti. L’avevo già intuito nel corso delle riprese, ma me ne sono reso conto soprattutto durante il montaggio. Ogni giorno scoprivo dei dettagli della sua recitazione, in particolare nelle scene di gruppo, in cui se ne stava in disparte, intento a fare cose che gli altri non vedevano, senza mai sbagliare. E malgrado sia piccolino, fisicamente è abbastanza forte, ha voluto fare lui le acrobazie previste dal copione. Non l’ho mai visto vacillare né dal punto di vista morale né fisico. Non l’ho mai visto fragile, stanco o arrabbiato, ma sempre positivo e luminoso”. Possiamo apprezzarne le doti già dal trailer ufficiale!

Il trailer italiano di "Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet"

Categorie generali: 

Facebook Comments Box