Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 27 Febbraio 2016

Il regista francese di origini algerine racconta la storia di un figlio che in seguito alla morte della madre si rimette sulle tracce del padre

Fanny Ardant

Nadir Moknèche è uno di quei registi francesi di origini algerine – nasce a Parigi nel 1965, ma poi trascorre infanzia ed adolescenza ad Algeri per tornare in Francia a studiare – che riescono a raccontare storie di doppie radici, di persone che sentono di avere due terre natali. Il prossimo 28 marzo il regista inizierà le riprese del suo nuovo film, una co-produzione franco-belga intitolata Lola Pater. Si tratta del suo quinto lungometraggio dopo Le Harem de Mme Osmane (2000), Viva Laldjérie (2004), Délice Paloma (Premio Lumière 2007 al miglior film francofono) e Goodbye Morocco del 2013.

Il cineasta, abituato a presentare le sue opere in diversi festival internazionali, in quest’occasione  è riuscito ad avere nel suo cast una delle attrici più famose del cinema francese come Fanny Ardant. Molti la ricordano per le sue interpretazioni nei film di François Truffaut come La signora della porta accanto (1981) e Finalmente domenica! del 1983. L’attrice, che di recente è comparsa in un cameo ne La grande bellezza di Sorrentino, sarà nel cast con Tewfik Jallab - nominato al Lumière 2014 come miglior promessa per La marche, apprezzato anche in Né quelque part  - Nadia Kaci, che ha già recitato in tre film del regista, le belghe Lucie Debay (Melody) e Lubna Azabal (vista recentemente a Berlino in Ma révolution), Véronique Dumont e Raphaëlle Bruneau.

[Leggi anche: Fanny Ardant con l'attore di "Merlin" in "Waiting For You"]

La sceneggiatura è a cura di Nadir Moknèche e racconta la storia di Zino, 27 anni, figlio di immigrati algerini, il quale partecipa al funerale della madre a Parigi. Figlio unico, è cresciuto con lei dopo l’abbandono del padre Farid, partito più di vent’anni prima. La madre gli aveva detto che il padre l’aveva abbandonato, ma secondo quello che scopre dal notaio, il padre non è mai tornato in Algeria, vive in Francia e i suoi genitori non hanno mai divorziato. Perché la madre gli ha mentito?
Lola pater sarà prodotto da Bertrand Gore e Nathalie Mesuret per Blue Monday Productions, le riprese termineranno il 14 maggio e il film sarà nelle sale d’Oltralpe già nel settembre di quest’anno.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box