Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 4 Febbraio 2015

Il rapporto fra un padre e il figlio di 10 anni è messo in crisi dalle verità che l’uomo nasconde alla famiglia: questo è il nucleo dell'esordio alla regia di Federico Cruciani per una produzione targata Sicilia che si muoverà per le vie di Palermo

Il Figlio

Sono partite da qualche giorno le riprese del film Il Figlio di Federico Cruciani, opera prima del regista. Si girerà a Palermo per quattro settimane e il cast artistico e tecnico è interamente siciliano incluso il montatore, Edoardo Morabito. Il film parteciperà ad alcuni importanti festival nazionali e internazionali. Nel cast Paolo Briguglia, Vincenzo Ragusa, Chiara Muscato, Vincenzo Albanese e Fabrizio Romano. La sceneggiatura è curata da Giacomo Cacciatore, Federico Cruciani, Paolo Pintacuda e Josella Porto. La produzione è affidata a Paolo Spina di Revolver Srl con il contributo dell'Assessorato al Turismo e Spettacolo della Regione Sicilia.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Vincenzo Vetro, marito e padre affettuoso, lavora di notte al mercato ittico della città. Un uomo irreprensibile e un modello agli occhi del figlio Giovanni, di dieci anni. Dopo il lavoro, proprio in compagnia del figlio, consegna il pesce e solo all’ultima tappa si scopre che in realtà è un corriere della droga al servizio del boss Matteo Scavone.

Maria, madre del bambino, sempre in bilico fra euforia, apprensione e crisi isteriche, involontariamente infonde nella mente del figlio l’idea che il marito e padre conduca una vita pericolosa. Giovanni ha la conferma del pericolo quando legge sul giornale dell’assassinio di un collega di Vincenzo, ma soprattutto quando sente di nascosto il boss ordinare un omicidio. Giovanni ha la certezza che la vittima designata sia proprio suo padre. Sconvolto, il bambino esce da scuola e raggiunge il mercato ittico in cerca di Vincenzo, senza trovarlo. La sua preoccupazione diventa terrore quando sente tre spari provenire dalla strada. Convinto che il padre sia già morto, Giovanni scopre che in realtà vittima dell’agguato è il capoufficio del mercato ittico e comincia a sospettare che sia stato proprio il padre a permettere l’omicidio. 

[Leggi anche: Juliette Binoche nel film d'esordio di Piero Messina]

Federico Cruciani comincia a lavorare molto giovane come assistente alla regia nell’ambito di importanti produzioni teatrali italiane, tra cui Festival di Taormina Arte, Teatro Garibaldi di Palermo e Teatro Sperimentale di Spoleto. Come regista collabora con il Comune di Roma e di Palermo per la realizzazione di molteplici eventi culturali. Tra le sue opere Roberto Zucco di Koltès, messo in scena presso l’Air Terminal di Stazione Ostiense, Roma; Salinger on the Beach, presso i Cantieri Culturali, Palermo.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box