Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 19 Febbraio 2016

Famosa per i suoi film d'azione negli anni Ottanta ("I dominatori dell’universo", "Revenge of the Ninja", "Cyborg"), la Cannon Films è pronta a tornare nel mondo del cinema

Cannon Films

È sempre una buona notizia quando nasce una casa di produzione, ma lo è anche se questa torna a vivere dopo un periodo di inattività com’è successo alla Cannon Films.

Gigante dell’industria fra gli anni settanta e ottanta, chiunque abbia frequentato il cinema in quegli anni la ricorda per titoli di un certo tipo come I dominatori dell’universo, Revenge of the Ninja, Cyborg o Senza esclusione di colpi.

È chiaro fin dai titoli, la Cannon Films si occupava soprattutto di film d’azione, di arti marziali e super eroi, tutto questo però fino al 1994.

Si trattò di un fenomeno culturale talmente rilevante che qualche anno fa, nel 2012, nei paesi anglofoni uscì anche un documentario sulla casa di produzione intitolato Electric Boogaloo: The Wild, Untold Story of Cannon Films. Verso la fine del film diversi registi facevano riferimento ad un possibile ritorno degli studios, ma la notizia ufficiale è arrivata solo in questi giorni. America Ninja Apprentice, Return of The Delta Force, U.S. Sniper: in rete cominciano già a circolare i primi titoli dei progetti futuri, molti dei quali probabilmente saranno sequel o rifacimenti di vecchi titoli.

Negli anni ottanta la Cannon Films era un vera e propria istituzione, guidata dal produttore israeliano Menahem Golan poté contare sulla collaborazione con grandi nomi quali Sylvester Stallone, Chuck Norris, il nostro Franco Nero, Charles Bronson e Richard Chamberlain. Il suo stile era facilmente riconoscibile e per l’epoca era da considerarsi visionario grazie all’apporto di cineasti del calibro di John Cassavetes, Barbet Schroeder e Andrei Konchalovsky.

[Leggi anche: I migliori film d'azione degli ultimi anni]

Questo tipo di collaborazioni d’alto livello, nonostante molte produzioni fossero a budget relativamente ridotti, permisero ad alcuni film come Invasion U.S.A. e Death Wish 3 di raggiungere anche i primi posti nella classifica degli incassi. La nuova casa di produzione sarà guidata da Richard Albiston il quale ha collaborato per diverso tempo con il CEO precedente il quale si è sempre detto deciso a lasciare massima libertà agli artisti.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box