Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 22 Gennaio 2015

Dopo "28 settimane dopo", l'horror zombesco di Danny Boyle "28 giorni dopo" potrebbe avere un nuovo sequel. A parlare è Alex Garland, che sceneggiò il film originale. La possibilità di un nuovo capitolo c'è, ma le cose potrebbero essere complicate

Cillian Murphy in "28 giorni dopo"

In arrivo il terzo capitolo della serie dei 28 giorni? Secondo lo sceneggiatore Alex Garland, che ne ha scritto il capostipite, è quello che dobbiamo aspettarci, e a quanto pare i rumour si susseguono. La prima pellicola del franchise horror sci-fi, 28 giorni dopo (2002), vantava la regia di Danny Boyle, con protagonisti Cillian Murphy, Naomie Harris e Brendan Gleeson, e raccontava di un'epidemia mondiale in grado di decimare la metà dell'intera popolazione umana, oltre che essere una minaccia per la seconda metà. Il film, oltre a vincere il Saturn Awards 2004 come Miglior Film Horror, fu bene accolto da pubblico e critica, e stessa sorte è toccata al sequel, 28 settimane dopo (2007), diretto da Juan Carlos Fresnadillo, con Robert Carlyle, Rose Byrne e Jeremy Renner.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Inevitabile perciò che prima o poi si iniziasse a parlare di un nuovo capitolo. I giornalisti dell'IGN hanno fermato Garland mentre si trovava a Londra per promuovere il suo debutto dietro la macchina da presa (Ex Machina, di cui vi abbiamo già  mostrato il trailer) e lo hanno interpellato per sapere se effettivamente ci fossero delle novità riguardo a una terza incursione nei 28 giorni. "Abbiamo appena iniziato a parlarne seriamente. Io, Danny e Andrew (Macdonald, il produttore) abbiamo avuto alcune serie conversazioni a riguardo, per cui c'è la possibilità. Ma è complicato", ha aggiunto lo sceneggiatore.

"C'è una serie di ragioni per cui è complicato, ed elencarle sarebbe noioso, perciò mi limito a dirvi semplicemente che è una possibilità". Garland ha poi detto che, proprio come è accaduto con 28 settimane dopo, preferirebbe rimanere come produttore esecutivo invece di metter mano allo script. E riguardo al nuovo titolo? "Probabilmente c'entrerà con dei mesi", stavolta. "Molto più prevedibile che siano 28 mesi, piuttosto che 28 anni: gli anni ti danno più di un posto dove andare, mentre 28 decadi è decisamente una presa per il culo".
Insomma, sembra ci sarà ancora un po' da aspettare per gli scalpitanti fan della saga.

[Leggi anche: Al mercato di Roma "Ombra Amore" di Joe Dante, rivisitazione horror di "Romeo & Giulietta"]

Però, in quanto amanti della fantascienza e delle idee di Garland, per il suo debutto registico si può partire col breve countdown: il 21 Gennaio infatti Ex Machina, con Oscar Isaac, Domhnall Gleeson e Alicia Vikander, fa il suo ingresso nei cinema inglesi (da noi arriva il 9 Aprile). E a giudicare dalle prime immagini, pare un'incursione inquietante in un futuro possibile, meno apocalittico della saga horror di cui sopra, ma altrettanto spaventevole. Vedremo se questo thriller psicologico sci-fi ci restituirà un nuovo film-maker, e non solo sceneggiatore, da tenere d'occhio...

Categorie generali: 

Facebook Comments Box