Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 21 Novembre 2015

Per errore o per eccesso di realismo, diversi attori sono rimasti coinvolti in incidenti durante la lavorazione dei loro film

Jim Caviezel ne La Passione di Cristo

Siamo onesti: se ci viene chiesto di elencare lavori pericolosi o logoranti, quello dell’attore non è proprio tra i primi a venirci in mente. Sottoporsi al trucco, imparare battute a memoria, far finta di essere qualcun altro può essere faticoso, ma quando sentiamo le star del cinema lamentarsi per le condizioni di lavoro sul set un po’ viene voglia di ribellarci.

Ci sono però alcuni casi in cui gli attori si mettono completamente in gioco, anche a costo di correre dei pericoli. Che siano alla ricerca di un estremo realismo o solamente vittime di incidenti, a volte capita che restino feriti. Ecco cinque attori a cui è capitato:

Diane Kruger – Bastardi senza gloria
Ricordate quando il colonnello interpretato da Christoph Waltz strangola l’attrice tedesca Bridget Von Hammersmark? Quella scena sembra particolarmente realistica e cruenta perché le dita attorno al collo della povera Diane Kruger le stavano facendo effettivamente mancare l’aria. A compiere il gesto fu Tarantino stesso, consapevole del fatto che Waltz non si sarebbe spinto a tal punto.

Leonardo Di Caprio – Django Unchained
La sequenza in cui lo schiavista interpretato da Di Caprio – sempre in un film di Tarantino – sbatte violentemente la mano sul tavolino è una delle parti centrali del film. Per colpa di un bicchiere, l’attore si ferì e cominciò a sanguinare, ma continuò a recitare in modo impassibile.

Jim Caviezel – La passione di Cristo
Non è facile vestire i panni di Gesù Cristo, parola di Jim Caviezel. Il film di Mel Gibson è noto per le scene di efferata violenza, le conseguenze di ciò si sono ripercosse soprattutto sul corpo dell’attore. La sua colonna vertebrale non dev’essere stata contenta di trasportare la croce di quasi 70 kg, fu costretto a sopportare temperature rigide e molto altro.

Harrison Ford – Star Wars: il risveglio della forza
È difficile doverlo ammettere, ma anche Harrison Ford sta invecchiando. All’età di 73 anni, durante la lavorazione dell’ultimo capitolo di Star Wars, si è fratturato una gamba, fortunatamente due mesi dopo era di nuovo sul set pronto per continuare a sentire la Forza.

[Leggi anche: Leonardo DiCaprio in "The Revenant" di Alejandro González Iñárritu]

Viggo Mortensen – Il signore degli anelli. Le due torri
Per entrare nella parte di Aragon, Viggo Mortensen passò molto tempo tra i boschi e le campagne della Nuova Zelanda. Per non uscire dal personaggio restava con i costumi di scena e portava con sé persino la spada. Durante le riprese del secondo capitolo della saga però, nella scena in cui doveva calciare un elmetto, si fratturò due dita del piede.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box