Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 9 Giugno 2015

Geniali video scovati su Vimeo: ecco ad esempio come sarebbe stato "Shining" di Stanley Kubrick se l'avesse diretto David Lynch. A risultare sono 8 minuti di assoluto delirio che mescola il meglio dei due cineasti

Shining by Lynch

Deliranti ibridi da sogno (o incubo): giovani appassionati che si divertono a mixare film ed evocazioni come dei neo-dadaisti esaltati. Stavolta, il prodotto dell'esperimento è di quelli che fanno accapponare la pelle di gioia, unendo due tra i cineasti più amati della storia del cinema: da una parte, l'autore più meticoloso della settima arte, Stanley Kubrick; dall'altra, il cantore dei nostri viaggi onirici tra strade perdute e labirinti della mente, David Lynch. Obiettivo del filmato? Mostrare come sarebbe stato Shining se l'avesse diretto Lynch! Che poi, a pensarci, se non l'avesse fatto Kubrick, Lynch poteva decisamente essere tra gli autori più idonei a curare la trasposizione del romanzo horror di Stephen King. Di certo, sarebbe rimasta quella macabra sensazione d'ansia che pervade i corridoi dell'Overlook Hotel, così come le visioni in acido. 

Il risultato ha quasi del geniale, con l'incipit che sembra trasportare Shining nei meandri di Lost Highway e Twin Peaks. E giù di sfavillanti mash-up: ecco il piccolo Danny che girovaga col suo triciclo prima di avere allucinazioni da Eraserhead – La mente che cancella, sovimpressioni apocalittiche che elevano il cinema alla potenza, filtri blu a non finire, trip da sciogliersi nella più pazza lisergia, Jack Nicholson che chiacchiera con la fatina di Cuore selvaggio, Scatman Crothers dentro il trattorino di Una storia vera, e un gran finale che unisce il Torrance urlante con Naomi Watts, Nicolas Cage e le musiche di Inland Empire. 8 minuti in cui immergersi con curiosità e passione cinefila: i nostri complimenti a Richard Vezina che ha realizzato l'editing!

[Leggi anche: Video: Come Stanley Kubrick ha ispirato Wes Anderson, Alfonso Cuarón e altri]

Per quanto in verità Kubrick e Lynch non abbiano mai lavorato assieme, di certo non hanno mai nascosto di stimare l'un l'altro. Prima di morire, ad esempio, il cineasta inglese ha rivelato di avere un amore particolare verso Eraserhead, esordio lynchiano del 1977. Per quanto riguarda il maestro americano, ecco invece cos'ha detto sull'autore di Arancia meccanica e Barry Lyndon: “Amo Stanley Kubrick. Potrei guardare i suoi film a ripetizione”. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box