Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 17 Gennaio 2016

Il film racconta la vicenda di Anthony Weiner, ex deputato democratico costretto a rinunciare alla sua candidatura a sindaco di New York in seguito a uno scandalo sessuale

weiner

Il Sundance Festival, uno dei punti  di riferimento per gli amanti del cinema indipendente e di qualità, sta per arrivare e con esso si fanno i nomi anche dei film che si potranno vedere tra il 21 e il 31 gennaio a Salt Lake City (Utah).

La manifestazione è nota anche e soprattutto per la sua sezione dedicata ai documentari, film che dopo essere passati al Sundance spesso riescono ad avere più visibilità e sensibilizzare un maggior numero di spettatori. Quest’anno è stato annunciato che in concorso ci sarà anche Weiner, la storia dell'ex deputato democratico Anthony Weiner coinvolto per due volte in scandali sessuali. Il documentario di Josh Kriegman e Elyse Steinberg si concentra in particolar modo sul periodo in cui l’uomo era candidato alla posizione di sindaco di New York, posizione che nel 2013 fu costretto ad abbandonare dopo che in rete erano comparse delle immagini molto compromettenti del suo corpo che lui stesso avrebbe inviato a sue sostenitrici conosciute in rete.

Jonathan Sehring, Presidente della selezione del Sundance ha dichiarato che Weiner è uno dei documentari politici più affascinanti e approfonditi degli ultimi anni. Sicuramente il lavoro d’inchiesta dei due registi rappresenta una reale opportunità per il pubblico di assistere ad un racconto diverso  rispetto a quello  diffuso all’unisono dai media che, com’era prevedibile, hanno distrutto non solo la carriera politica dell’uomo – il quale  ha ammesso pubblicamente  i suoi errori – ma ha anche attaccato duramente la sua sfera personale.

[Leggi anche: Sundance Film Festival 2016: annunciati oltre 60 titoli nuovi]

Sehring parla proprio di  “tragedia umana” per definire la vicenda del politico statunitense sposato con una ex collaboratrice di Hillary Clinton, particolare che sicuramente verrà utilizzato dalla parte repubblicana per attaccare la campagna presidenziale in corso.

Il film sarà proiettato il 24 gennaio, il debutto televisivo è invece previsto per il prossimo autunno su Showtime. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box