Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 14 Giugno 2016

Il 16 giugno presso l'Isola Tiberina l'iniziativa organizzata dall'Università Telematica Internazionale Uninettuno e dalla Copeam (Conferenza Permanente dell'Audiovisivo Mediterraneo)

Isola del cinema

Una finestra sui talenti del cinema mediterraneo. À première vue: così si chiama l’evento in programma per il 16 giugno presso l’isola tiberina di Roma dove anche quest’estate si terrà la rassegna Isola del Cinema.

Sarà in quest’occasione che le scuole di cinema di Beirut (ALBA), Marrakech (ESAV) e Tunisi (ESAC) presenteranno al pubblico tre cortometraggi dei loro studenti più virtuosi, scelti da una giuria di accademici.

L’evento è stato organizzato dall’Università Telematica Internazionale Uninettuno di Roma e dalla Copeam (Conferenza Permanente dell'Audiovisivo Mediterraneo); durante la serata i tre lavori saranno inoltre presentati personalmente dai registi accompagnati dai direttori degli istituti.

“Il cinema è uno dei linguaggi dell’arte – afferma il Rettore di Uninettuno, Maria Amata Garito – che ci aiuta a entrare facilmente nell’animo dell’artista. È un linguaggio con cui si comunicano emozioni, riflessioni, desideri e speranze. Diffondere i lavori degli studenti delle tre scuole di cinema, di Beirut, Marrakech e Tunisi, ci consentirà di conoscere i sogni, ascoltare le voci dei giovani del Mediterraneo e comprenderne meglio le differenze”.

I titoli dei cortometraggi sono Il lamento del pesce rosso, Sagar e Un grande film; il primo è una poetica riflessione sulla nuova generazione tunisina, il secondo – diretto da Pape Abdoulaye Seck – è la storia di una donna diventata pazza a forza di perdere i suoi figli, mentre il terzo è una tragicommedia che segue le disavventure di una banda di sprovveduti criminali di Beirut.

[Leggi anche: Terminate le riprese di "Corps étranger", nuovo film di Raja Amari]

La proiezione gratuita del 16 giugno rientra in un progetto più ampio di Uninettuno e Copeam: si tratta del programma tv e web, “Una finestra sui talenti del cinema mediterraneo. À première vue”, costituito da cinque puntate di un’ora ciascuna e messo in onda e in streaming sul canale satellitare uni nettuno.university.tv  (visibile in chiaro sul canale 812 di SKY e sul canale 701 di Tivùsat).

Un modo per rafforzare l’identità e la cultura del Mediterraneo, azione che sempre di più è simile ad una sfida difficile, ma necessaria. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Video Dominion