Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 26 Maggio 2015

Nonostante la delusione per Moretti - Sorrentino - Garrone - Minervini, in verità un vincitore italiano a Cannes c'è stato: trattasi di "Varicella", cortometraggio di Fulvio Risuleo premiato alla Semaine de la Critique

Fulvio Risuleo

Come vi avevamo precedentemente annunciato, tra le compagnie presenti all'ultimo Festival di Cannes c'era anche Sony, partner ufficiale della sezione Semaine de la Critique. Qui, il colosso nipponico ha assegnato il premio Sony CineAlta Discovery al cortometraggio Varicella, diretto da Fulvio Risuleo. Se dunque pensavate che a portarsi in Italia qualche trofeo festivaliero potessero essere Nanni Moretti, Matteo Garrone, Paolo Sorrentino o Roberto Minervini, allora vi sbagliavate, giacché l'unico ad aver ricevuto un riconoscimento è stato proprio il più giovane e meno noto, Risuleo, classe 1991, giunto al suo quarto cortometraggio. 

A decretare il vincitore è stato una giuria composta da  Ronit Elkabetz, Katell Quillévéré, Peter Suschitzky, Boyd van Hoeij  e Andréa Picard. Commenta Fabien Gaffez, coordinatore della Semaine: "Narratore e dissimulatore, Fulvio Risuleo mette in evidenza una vera malattia: l'eccessiva apprensione materna. Le riprese, che iniziano con un look naturalistico, si fanno sempre più stilizzate fino all'ultimo fotogramma, che sembra lasciare il passo al genere horror e al potere persuasivo di idee ingannevoli". Soddisfatta anche la Sony, che parla così tramite la Cinematography Marketing Manager Ainara Porron: "Siamo davvero molto contenti di consegnare il premio Sony CineAlta Discovery a Fulvio Risuleo. È bello scoprire nuovi filmmaker. Da sempre Sony incoraggia i talenti emergenti nella produzione cinematografica; ecco perché essere a Cannes, nel cuore dell'industria cinematografica, è per noi davvero importante”. 

[Leggi anche: La nuova macchina da presa Sony CineAlta presentata al Festival di Cannes]

Varicella ha dunque battuto opere provenienti dalla Germania (Everything Will Be Ok di Patrick Vollrath), Brasile (Command Action di João Paulo Miranda), Stati Uniti (Too Cool For School di Kevin Phillips), Indonesia (The Fox Exploits the Tiger's Might di Lucky Kuswandi), e tanti altri posti sparsi per il pianeta. Insomma, un grande incoraggiamento per Risuleo, che ha già annunciato il suo prossimo debutto nel lungometraggio, Guarda in alto. Con dei precedenti così, ovviamente, il mondo si aspetta solo il meglio. In attesa, ecco intanto il trailer del corto premiato a Cannes:

Categorie generali: 

Facebook Comments Box