Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 12 Settembre 2015

Un verdetto anche peggiore di quanto potessimo aspettarci: le decisioni della giuria capitanata da Alfonso Cuaron lasciano l'amaro in bocca, a iniziare dal Leone d'oro a "Desde Allà - From Afar" di Lorenzo Vigas

Lorenzo Vigas ritira il Leone d'oro

Uno si prepara alla peggiore delle ipotesi col toto-leone, e viene comunque sorpreso con un verdetto ancora più mostruosamente inconcepibile del previsto. Ebbene, la giuria capitanata da Alfonso Cuaron ha assegnato il Leone d'oro ad un film che nemmeno consideravamo e che mai avremmo potuto pensare sul podio della competizione: Desde allà - From Afar di Lorenzo Vigas, praticamente tra i titoli peggiori del concorso, una pellicola queer anestetizzata e mediocre che segue una logica narrativa fredda, intangibile e incoerente. 

In proposito seguirà la nostra recensione, ma proseguiamo con un breve commento sui premiati: lasciare fuori un'opera come 11 minutes di Skolimowski è grave segno di cecità, così come premiare il Fabrice Luchini di Courted quando hai in gara performance come quelle di Eddie Redmayne (The Danish Girl), Guillermo Francella (El Clan) e Christopher Plummer (Remember)

Che dire poi dell'ottimo Beasts of No Nation di Cary Fukunaga? Va bene il Premio Mastroianni al giovanissimo Abraham Attah, ma la pellicola avrebbe decisamente meritato un destino migliore, essendo tra le 3 o 4 migliori della selezione. Possiamo accontentarci del Leone d'Argento alla Miglior Regia a Pablo Trapero, così come del Gran Premio della Giuria ad Anomalisa di Charlie Kaufman, ma alla fine della fiera, a rimanere in bocca è del gran amaro. Forse, l'unica possibile conclusione per un'edizione già partita sottotono su carta, e che peggio di così non poteva finire. 

Ecco tutti i vincitori:

CONCORSO
Leone d'Oro a Desde allà - From Afar di  Lorenzo Vigas
Leone d'ArgentoThe Clan di Pablo Trapero
Gran Premio della Giuria ad Anomalisa di Charlie Kaufman e Duke Johnson
Premio Speciale della Giuria a Frenzy di Emin Alper
Miglior Attore Coppa Volpi a Fabrice Luchini (Courted)
Miglior attrice Coppa Volpi a Valeria Golino (Per amor vostro)
Premio MARCELLO MASTROIANNI al giovane interprete per Abraham Attah (Beasts of No Nation)
Migliore sceneggiatura a Christian Vincent  (Courted)
 
ORIZZONTI
Miglior film a Free in Deed di Jake Mahaffi
Miglior regista a Brady Corbet per Childhood of a Leader
Premio Speciale della Giuria a Neon Bull di Gabriel Mascaro
Premio speciale miglior attore o attrice a Dominique Leborne per Tempete di Samuel Collardey
Miglior cortometraggio a Belladonna di Dubravka Turic ́

Leone del Futuro LUIGI DE LAURENTIIS a The Childhood of a Leader di Brady Corbet

Categorie generali: 

Facebook Comments Box