Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 11 Marzo 2016

Nuove foto pubblicate da "Chi" mostrano l'attrice a casa di un'amica dove la Golino si sarebbe trasferita

Scamarcio Golino

Sono passate poche settimane da quando si parlava della rottura della storia d’amore tra Valeria Golino e Riccardo Scamarcio. Secondo il settimanale Chi l’attrice aveva lasciato il compagno perché innamorata di un uomo francese non meglio identificato. Il web aveva cominciato a scatenarsi, ma pochi giorni dopo era arrivata la smentita della Golino. Rilasciando una dichiarazione al sito tiscali.it l'attrice si era mostrata giustamente infastidita dall’incursione gratuita nella sua vita privata: “Ci si sveglia una mattina e si decide di calpestare le persone. Così hanno deciso di fare. Dico semplicemente che quello che leggo è di un malevolo e di una cattiva fede che mi colpisce. È falso. Parlo non tanto della falsa notizia, quanto del resto delle cose che scrivono”.

Al coro di speculazioni si era poi aggiunto Dagospia, il magazine online che si contraddistingue per i toni sopra le righe, dichiarando che la Golino aveva lasciato Scamarcio a causa di una suo nuovo amore per l’ambitissimo Vincent Cassel, ex marito di Monica Bellucci.

Ebbene, si è costretti a tornare sull’argomento perché sempre Chi ha pubblicato delle nuove foto in cui si vede l’attrice a casa di un’amica dove avrebbe appena traslocato. Potrebbe dunque essere la fine di una storia durata dieci anni, anni in cui la coppia ha sempre dimostrato di voler vivere il rapporto alla luce del sole ma senza dover rendere conto di dinamiche private ed intimità.

I due si erano conosciuti alla Mostra del Cinema di Venezia e sono diventati subito una delle coppie preferite dai paparazzi soprattutto per la differenza d’età che una volta tanto prevedeva la donna essere più vecchia dell’uomo.

[Leggi anche: Riccardo Scamarcio e Valeria Golino annunciano le nozze]

Che si tratti di un abbaglio o di una notizia confermata a noi ci piace ricordare di quando il loro rapporto sentimentale sfociò nel professionale, di quando Scamarcio decise di produrre l’esordio alla regia di Valeria Golino che con Miele – film tratto dal meraviglioso romanzo A nome tuo di Mauro Covacich – c’ha regalato un film delicato e struggente sul tema del suicidio assistito.  

Gli aggiornamenti non tarderanno ad arrivare, per non sbagliare è sempre meglio aspettare le dichiarazioni ufficiali.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box